Un dizionario di 297.519 parole consultabile
Un rimario di 609.491 parole sempre a disposizione
Un lavoro di 14 anni messo liberamente a disposizione.

Ricerca rime:

Specificare la parola con cui fare rima ed il numero di caratteri finali che devono corrispondere

 
 




Ti sei accorto di un errore o di una definizione sbagliata? Ti chiediamo di segnalarla cliccando

Parola:
deprivazione : (de-pri-va-ziò-ne)
n.f. Escslusione dal godimento di un bene.


Trovate 1294  Rime. VERBI    AGGETTIVI    NOMI    NON DEFINITO    



VERBI  TOP
nominalizzazione
(no-mi-na-liz-za-ziò-ne) n.f. Procedimento con il quale un aggettivo od un verbo, acquistando o perdendo un suffisso, si trasforma in nome, p.e. Comunismo, n.m. perdendo il suffisso “smo”, da comuni agg. Sagomare v.tr., perdendo il suffisso “re”, da sagoma, n.f. Gentile agg., acquistando il suffisso “ezza”, da gentilezza, n.f.
    


AGGETTIVI  TOP
bonaccione
(bo-nac-ciò-ne) 1 agg. Che denota semplicità d’animo e buon cuore. 2 n.m. Persona semplice e di buon cuore.
nominalizzazione
(no-mi-na-liz-za-ziò-ne) n.f. Procedimento con il quale un aggettivo od un verbo, acquistando o perdendo un suffisso, si trasforma in nome, p.e. Comunismo, n.m. perdendo il suffisso “smo”, da comuni agg. Sagomare v.tr., perdendo il suffisso “re”, da sagoma, n.f. Gentile agg., acquistando il suffisso “ezza”, da gentilezza, n.f.
antivivisezione
(an-ti-vi-vi-se-ziò-ne) agg. Che si oppone alla vivisezione degli animali, campagna antivivisezione.
sporcaccione
(spor-cac-ciò-ne) 1 agg. Che è molto sporco, che non si cura della pulizia propria e delle cose di cui fa uso. 2 n.m. Chi è molto sporco, chi non si cura della pulizia propria e delle cose di cui fa uso.
minchione
(min-chiò-ne) 1 agg. Che è sciocco, ingenuo, credulone. 2 n.m. Colui che è sciocco, ingenuo, credulone.

sornione
(sor-niò-ne) agg. Che riesce a dissimulare le proprie intenzioni ed il proprio pensiero dietro un atteggiamento apparentemente bonario, indifferente o riservato.
sudicione
(su-di-ciò-ne) 1 agg. A Che è molto sporco, o si sporca facilmente. B Che ha un comportamento volgare, osceno. 2 n.m. A Accrescitivo di sudicio. B Chi è molto sporco, o si sporca facilmente. C Chi ha un comportamento volgare, osceno.
   


NOMI  TOP
abrogazione
(a-bro-ga-ziò-ne) n.f. Annullamento di una legge o di un decreto.
accezione
(ac-ce-ziò-ne) n.f. Ciascuno dei diversi significati che può assumere un vocabolo.
acclimatazione
(ac-cli-ma-ta-ziò-ne) od acclimazione, n.f. Processo di adattamento di un essere vivente in ambiente diverso da quello di origine.
accumulazione
(ac-cu-mu-la-ziò-ne) n.f. Accantonamento, accumulo di denaro destinato all’accrescimento dei mezzi di produzione.
adeguazione
(a-de-gua-ziò-ne) n.f. Adattamento, adeguamento.

adorazione
(a-do-ra-ziò-ne) n.f. Atto del venerare, prostrandosi, od inginocchiandosi, al cospetto della divinità.
aggettivazione
(ag-get-ti-va-ziò-ne) n.f. L’aggettivare, capacità di usare gli aggettivi.
ammirazione
(am-mi-ra-ziò-ne) n.f. Sentimento di stima che si prova nei riguardi di una persona o di una cosa.
archiviazione
(ar-chi-via-ziò-ne) n.f. Azione e risultato dell’archiviare.
associazione
(as-so-cia-ziò-ne) n.f. Unione di più individui allo scopo di esercitare insieme una comune attività.

astrazione
(a-stra-ziò-ne) n.f. Ipotesi, ragionamenti, che non hanno rapporto con la realtà.
automazione
(au-to-ma-ziò-ne) n.f. Ogni tecnica che sostituisce l’uomo nel controllo o nella esecuzione di una attività.
autoregolazione
(au-to-re-go-la-ziò-ne) n.f. Regolazione automatica di impianti e/o dispositivi.
autorizzazione
(au-to-riz-za-ziò-ne) n.f. Permesso di compiere una determinata azione.
aviazione
(a-via-ziò-ne) n.f. Scienze, tecniche ed attività relative alla costruzione ed all’impiego degli aeromobili.

banalizzazione
(ba-na-liz-za-ziò-ne) n.f. Azione e risultato del banalizzare, del rendere sciocco, troppo semplice.
bisboccione
(bi-sboc-ciò-ne) n.m. Colui che fa bisboccia volentieri.
capoccione
(ca-poc-ciò-ne) n.m. A Accrescitivo di capoccia. B Persona autorevole che ricopre una posizione dirigenziale, un ufficio importante.
collezione
(col-le-ziò-ne) n.f. Raccolta sistematica di oggetti della stessa specie che abbiano interesse storico, artistico o scientifico, oppure siano semplicemente preziosi, strani o rari, collezione di monete, di francobolli, di armi.
compattazione
(com-pat-ta-ziò-ne) n.f. Azione e risultato del compattare.

compenetrazione
(com-pe-ne-tra-ziò-ne) n.f. A Azione e risultato del compenetrare. B Formare un tutt’uno.
concertazione
(con-cer-ta-ziò-ne) n.f. Atto e modo del concertrare un pezzo musicale.
conclusione
(con-clu-siò-ne) n.f. L’azione ed il risultato del concludere, della fine, del termine di qualcosa. La conclusione di un viaggio.
condensazione
(con-den-sa-ziò-ne) n.f. A Azione e risultato del condensare. B Passaggio del vapore allo stato liquido.
confabulazione
(con-fa-bu-la-ziò-ne) n.f. Conversazione fatta a bassa voce ed in segreto.

conflagrazione
(con-fla-gra-ziò-ne) n.f. A Improvviso scoppio delle ostilità fra due stati. B Incendio improvviso.
confusione
(con-fu-siò-ne) n.f. Mescolanza disordinata di cose o persone; anche, caos, scompiglio. Confusione di gente, di idee; anche, mettere, fare confusione.
coniazione
(co-nia-ziò-ne) n.f. Operazioni del coniare monete o medaglie.
consacrazione
(con-sa-cra-ziò-ne) n.f. A La parte principale della Santa messa. B Riconoscimento, convalida.
constatazione
(con-sta-ta-ziò-ne) n.f. Accertamento della verità.

contestazione
(con-te-sta-ziò-ne) n.f. Azione e risultato del contestare, del criticare.
contusione
(con-tu-siò-ne) n.f. In medicina, lesione traumatica di tessuti prossimi alla superficie corporea, con eventuale rottura di capillari, ma senza lacerazione della cute.
coordinazione
(co-or-di-na-ziò-ne) n.f. A azione e risultato del coordinare, dell’organizzare. B Unione, all’interno di un periodo, di più preposizioni della stessa specie e grado.
cospirazione
(co-spi-ra-ziò-ne) n.f. Accordo fra più persone per commettere delitti contro lo stato.
costernazione
(co-ster-na-ziò-ne) n.f. Smarrimento disperazione dell’animo.

creazione
(cre-a-ziò-ne) n.f. A Azionee risultato del creare. B Capo di vestiario proposta da una sartoria importante.
decongelazione
(de-con-ge-la-ziò-ne) n.f. Operazione del decongelare, dello scongelare.
depravazione
(de-pra-va-ziò-ne) n.f. Condizione di depravato.
devastazione
(de-va-sta-ziò-ne) n.f. A Azione e risultato del devastare. B Distruzione, rovina.
dilatazione
(di-la-ta-ziò-ne) n.f. A Atto del dilatare. B Aumento della superficie o del volume di un oggetto.

dimostrazione
(di-mo-stra-ziò-ne) n.f. A Dimostrazione di un sentimento, di uno stato d’animo. B Dimostrazione che prova la verità di una tesi. C Manifestazione pubblica a scopo politico o sindacale.
diseducazione
(di-se-du-ca-ziò-ne) n.f. Cattiva educazione.
dislocazione
(di-slo-ca-ziò-ne) n.f. Azione e risultato del dislocare, del collocare, del sistemare qcs.
disoccupazione
(di-soc-cu-pa-ziò-ne) n.f. Fenomeno sociale consistente nella scarsità di posti di lavoro.
dissociazione
(dis-so-cia-ziò-ne) n.f. A Azione e risultato del dissociare. B Alterazione delle normali associazioni logiche della mente.

abbreviazione
(ab-bre-via-ziò-ne) n.f. Forma ridotta di alcune frasi o parole.
abitazione
(a-bi-ta-ziò-ne) n.f. Alloggio, casa o parte di essa, dimora.
adulterazione
(a-dul-te-ra-ziò-ne) n.f. Alterazione di una sostanza.
affettazione
(af-fet-ta-ziò-ne) n.f. A Ostentazione nel comportamento o nel parlare. B Mancanza di naturalezza.
affinazione
(af-fi-na-ziò-ne) n.f. Procedimento per eliminare da un prodotto le sostanze che ne alterano la purezza.

agglutinazione
(ag-glu-ti-na-ziò-ne) n.f. Processo, che in determinate condizioni, batteri ed altri corpuscoli presenti in un liquido si radunano in ammassi.
alienazione
(a-lie-na-ziò-ne) n.f. A Trasferimenti di un diritto di proprietà. B Malattie mentale.
allocazione
(al-lo-ca-ziò-ne) n.f. A Somma destinata a premiare i vincitori di una gara ippica. B ripartizione di fondi.
alterazione
(al-te-ra-ziò-ne) n.f. A Mutamento delle caratteristiche di una sostanza. B Stato fisico o psichico anormale.
amministrazione
(am-mi-ni-stra-ziò-ne) n.f. Attività che regola ed organizza una attività pubblica o privata.

amplificazione
(am-pli-fi-ca-ziò-ne) n.f. A Esagerazione. B Moltiplicazione del valore di una grandezza.
annullazione
(an-nul-la-ziò-ne) n.f. Annullamento.
appercezione
(ap-per-ce-ziò-ne) n.f. A Coscienza di percepire, anche, atto mediante il quale l’uomo si fa consapevole delle proprie percezioni. B Capacità di apprendere cose nuove, mettendole in relazione con quelle già note.
articolazione
(ar-ti-co-la-ziò-ne) n.f. Giuntura di mobilità tra due capi ossei contigui.
attrazione
(at-tra-ziò-ne) n.f. A Azione e risultato dell’attrarre. B Forza che tende ad avvicinare due corpi. C Riferito ad uno spettacolo, numero od artista di grande richiamo.

autocombustione
(au-to-com-bu-stiò-ne) n.f. Combustione provocata da un’autoaccensione.
azione
(a-ziò-ne) n.f. A Azione e risultato dell’operare. B Titoli di credito che rappresentano una quota del capitale sociale di una società.
barbuglione
(bar-bù-gliò-ne) 1 n.f.pl. Persone che balbettano, che barbugliano, che tartagliano. 2 n.m. Persona che balbetta, che barbuglia, che tartaglia.
carburazione
(car-bu-ra-ziò-ne) n.f. A Preparazione della miscela aria e carburante. B Indurimento superficiale di una lega di acciaio.
cessazione
(ces-sa-ziò-ne) n.f. Azione e risultato del cessare.

chiarificazione
(chia-ri-fi-ca-ziò-ne) n.f. A Operazione di chiarificare un liquido. B Chiarimento, spiegazione.
ciliegione
(ci-lie-giò-ne) n.m. Accrescitivo di ciliegia.
climatizzazione
(cli-ma-tiz-za-ziò-ne) n.f. Condizionamento dell’aria in ambienti chiusi.
commercializzazione
(com-mer-cia-liz-za-ziò-ne) n.f. Azione e risultato del commercializzare.
concatenazione
(con-ca-te-na-ziò-ne) n.f. Rapporto di stretta dipendenza tra fatti, cose o pensieri.

concretizzazione
(con-cre-tiz-za-ziò-ne) n.f. Azione e risultato del concretizzare.
conformazione
(con-for-ma-ziò-ne) n.f. Forma, modo di strutturarsi di un organismo.
conservazione
(con-ser-va-ziò-ne) n.f. Mantenimento di un determinato stato.
consumazione
(con-su-ma-ziò-ne) n.f. A Azione e risultato del consumare, del logorare. B Ciò che si mangia o si beve in un locale pubblico.
contemplazione
(con-tem-pla-ziò-ne) n.f. Prolungata ed attenta osservazione di qualcuno o di qualcosa con ammirazione.

continuazione
(con-ti-nua-ziò-ne) n.f. A Azione e risultato del continuare. B Ciò che continua:
contrazione
(con-tra-ziò-ne) n.f. A Restringimento. B Diminuzione.
crepitazione
(cre-pi-ta-ziò-ne) n.f. A Rumore prodotto dalle ossa fratturate. B Rantolo sottile caratteristico di alcune infiammazioni dei polmoni e dei bronchi.
deambulazione
(de-am-bu-la-ziò-ne) n.f. Capacità o modo di camminare.
decimazione
(de-ci-ma-ziò-ne) n.f. Punizione consistente nel mandare a morte una persona ogni dieci, estraendola a sorte.

declamazione
(de-cla-ma-ziò-ne) n.f. Azione e risultato del declamare, del recitare.
decorazione
(de-co-ra-ziò-ne) n.f. Lavoro di abbellimento con elementi decorativi.
deformazione
(de-for-ma-ziò-ne) n.f. Alterazione della forma o del significato.
degenerazione
(de-ge-ne-ra-ziò-ne) n.f. Degradazione od alterazione della normale composizione delle cellule, dei tessuti o degli organi.
denudazione
(de-nu-da-ziò-ne) n.f. A Azione e risultato del denudare. B Erosione della superficie terrestre dovuta ad agenti atmosferici.

deplorazione
(de-plo-ra-ziò-ne) n.f. Biasimo, critica, disapprovazione.
deprivazione
(de-pri-va-ziò-ne) n.f. Escslusione dal godimento di un bene.
deputazione
(de-pu-ta-ziò-ne) n.f. Assegnazione ad un incarico.
derivazione
(de-ri-va-ziò-ne) n.f. A Procedimento per il quale si forma una parola nuova, partendo da una preesistente. B Operazione del calcolare una derivata.
desertificazione
(de-ser-ti-fi-ca-ziò-ne) n.f. Progressiva trasformazione di un terreno fertile in deserto.

dilezione
(di-le-ziò-ne) n.f. Amore spirituale che unisce ad un’altra persona e si fonda sulla conoscenza dei suoi meriti.
disaffezione
(di-saf-fe-ziò-ne) n.f. Perdita o diminuzione di affetto, di attaccamento per qualcuno o per qualcosa, disaffezione ai parenti, agli studi.
disgregazione
(di-sgre-ga-ziò-ne) n.f. Atto del disgregare, dello sgretolare.
disinformazione
(di-sin-for-ma-ziò-ne) n.f. A Cattiva informazione. B Mancanza di informazione.
aberrazione
(a-ber-ra-ziò-ne) n.f. Deviazione da una legge morale.

abilitazione
(a-bi-li-ta-ziò-ne) n.f. Riconoscimento delle capacità di svolgere una determinata funzione.
abnegazione
(ab-ne-ga-ziò-ne) n.f. Rinuncia al piacere od al guadagno, specialmente per motivi religiosi, per dedicarsi al bene altrui.
accentazione
(ac-cen-ta-ziò-ne) n.f. La maniera con la quale si segnano, o si fanno sentire, gli accenti.
affezione
(af-fe-ziò-ne) n.f. Disposizione d’animo affettuosa, ma meno intensa dell’affetto, tendenza ad amare od a prediligere.
agevolazione
(a-ge-vo-la-ziò-ne) n.f. Trattamento di favore.

aggregazione
(ag-gre-ga-ziò-ne) n.f. A Associazione. B Attrazione molecolare dalla quale dipende lo stato fisico della materia.
allusione
(al-lu-siò-ne) n.f. Azione dell'alludere, dell'accennare velatamente a qualcuno od a qualcosa che non si vuole dichiarare espressamente.
alternazione
(al-ter-na-ziò-ne) n.f. Azione e risultato dell’alternarsi, dell’avvicendarsi.
balneazione
(bal-nea-ziò-ne) n.f. A Il fare il bagno in acque marine, fluviali o lacustri. B Il bagnarsi in acque minerali naturali, in vasca o piscina, a scpo terapeutico
bestemmione
(be-stem-miò-ne) n.m. Accrescitivo di bestemmia.

bisbiglione
(bi-sbi-gliò-ne) n.m. Colui che ha l’abitudine di bisbigliare; anche, maldicente.
bisezione
(bi-se-ziò-ne) n.f. Divisione in due parti uguali di un ente geometrico, specialmente un angolo.
caporione
(ca-po-riò-ne) n.m. A Accrescitivo di capoccia. B Colei che è a capo di un gruppo di facinorosi. C Animatrice di un gruppo, e specialmente, di una brigata chiassosa.
cassazione
(cas-sa-ziò-ne) n.f. Abolizione, annoòòamaento.
certificazione
(cer-ti-fi-ca-ziò-ne) n.f. Attestazione della validità di qcs.

circospezione
(cir-co-spe-ziò-ne) o, più antico, circonspezione, n.f. L’essere circospetto, procedere con circospezione.
collimazione
(col-li-ma-ziò-ne) n.f. Allineamento tra lo strumento collimatore ed il punto prefissato.
comparazione
(com-pa-ra-ziò-ne) n.f. Paragone, raffronto.
compensazione
(com-pen-sa-ziò-ne) n.f. Determinazione di una situazione di equilibrio, pareggiamento.
concentrazione
(con-cen-tra-ziò-ne) n.f. A Quantità relativa di una sostanza, in un miscuglio. B Raggruppamento di imprese industriali in un territorio.

concimazione
(con-ci-ma-ziò-ne) n.f. Distribuzione del concime.
congelazione
(con-ge-la-ziò-ne) n.f. Congelamento.
conglobazione
(con-glo-ba-ziò-ne) n.f. Conglobamento.
congregazione
(con-gre-ga-ziò-ne) n.f. A Gruppo di persone congregate. B Associazioni che si dedicano ad opere religiose.
consultazione
(con-sul-ta-ziò-ne) n.f. Richiesta di informazioni su problemi importanti.

contraccezione
(con-trac-ce-ziò-ne) n.f. L’insieme delle pratiche e dei mezzi anticoncezionali.
contraffazione
(con-traf-fa-ziò-ne) n.f. Alterazione, falsificazione.
controindicazione
(con-tro-in-di-ca-ziò-ne) n.f. Circostanza che sconsiglia un intervento o l’uso di un farmaco.
correlazione
(cor-re-la-ziò-ne) n.f. Reciproca relazione fra due o più elementi.
corroborazione
(cor-ro-bo-ra-ziò-ne) n.f. Azione e risultato del corroborare, del fortificare, dell’irrobustire.

datazione
(da-ta-ziò-ne) n.f. Assegnazione di una data.
debilitazione
(de-bi-li-ta-ziò-ne) n.f. Azione e risultato del debilitare, indebolimento, spossatezza.
deconcentrazione
(de-con-cen-tra-ziò-ne) n.f. Azione e risultato del deconcentrare, del distrarre.
decontrazione
(de-con-tra-ziò-ne) n.f. Rilassamento dei muscoli.
decretazione
(de-cre-ta-ziò-ne) n.f. Deliberazione mediante decreto.

defezione
(de-fe-ziò-ne) n.f. Il defezionare, il venir meno, defezione di voti.
deflagrazione
(de-fla-gra-ziò-ne) n.f. Esplosione, scoppio.
delibazione
(de-li-ba-ziò-ne) n.f. Assaggio, degustazione.
demuscazione
(de-mu-sca-ziò-ne) n.f. Sterminio di mosche con sostanze insetticide.
depilazione
(de-pi-la-ziò-ne) n.f. Azione e risultato del depilare, del rasare.

desquamazione
(de-squa-ma-ziò-ne) n.f. Distacco a forma di squame delle parti superficiali di un organo.
detonazione
(de-to-na-ziò-ne) n.f. Reazione esplosiva fragorosa, scoppio.
dichiarazione
(di-chia-ra-ziò-ne) n.f. A Affermazione solenne ed ufficiale. B Confessare il proprio amore alla persona amata.
diffusione
(dif-fu-siò-ne) n.f. L’azione ed il risultato del diffondere o del diffondersi.
dilazione
(di-la-ziò-ne) n.f. A Proroga. B durata della proroga.

disapprovazione
(di-sap-pro-va-ziò-ne) n.f. Atto del biasimare, del disapprovare.
disarticolazione
(di-sar-ti-co-la-ziò-ne) n.f. Azione e risultato del disarticolare, dello slogare.
discrezione
(di-scre-ziò-ne) n.f. Facoltà di discernere, anche, moderazione, misura, senso di opportunità, agire con discrezione.
disinfezione
(di-sin-fe-ziò-ne) n.f. Azione e risultato del disinfettare.
abbiezione
(ab-bie-ziò-ne) od abiezione, n.f. A L’essere abietto. B Nell’ascetica cristiana, estrema mortificazione di sé stesso. C Condizione di avvilimento degradante, cadere, vivere nell’abiezione.

accentuazione
(ac-cen-tua-ziò-ne) n.f. A Attribuzione di un particolare rilievo. B Crescita, aggravamento.
acclamazione
(ac-cla-ma-ziò-ne) n.f. Manifestazione collettiva di consenso.
acculturazione
(ac-cul-tu-ra-ziò-ne) n.f. Assimilazione di elementi culturali estranei da parte di un popolo.
acutizzazione
(a-cu-tiz-za-ziò-ne) n.f. Aggravamento, intensificazione.
aerazione
(a-e-ra-ziò-ne) n.f. Ventilazione.

affermazione
(af-fer-ma-ziò-ne) n.f. Parola o preposizione affermativa.
affiliazione
(af-fi-lia-ziò-ne) n.f. Adesione ad una associazione.
allegazione
(al-le-ga-ziò-ne) n.f. A Atto dell’allegare. B Documenti che si allegano.
antrustione
(an-tru-stiò-ne) n.m. Nel diritto dei Franchi, chi faceva parte della corte e del consiglio del re, al quale aveva giurato fedeltà in cambio di protezione.
asportazione
(a-spor-ta-ziò-ne) n.f. Trasferimento di qualcosa, a volte furtivo, lontano dal luogo in cui si trova.

assegnazione
(as-se-gna-ziò-ne) n.f. Attribuzione, conferimento.
attestazione
(at-te-sta-ziò-ne) n.f. Dimostrazione di un sentimento.
calcificazione
(cal-ci-fi-ca-ziò-ne) n.f. Il depositarsi di sali di calcio nei tessuti degli organi viventi.
capitalizzazione
(ca-pi-ta-liz-za-ziò-ne) n.f. Azione e risultato del capitalizzare.
capitolazione
(ca-pi-to-la-ziò-ne) n.f. Accordo tra belligeranti, nel quale si stipulano le condizioni di resa.

cauterizzazione
(cau-te-riz-za-ziò-ne) n.f. Bruciatura, con un filamento incandescente, dei tessuti malati.
cavazione
(ca-va-ziò-ne) n.f. Nella scherma, azione che serve a svincolare la lama del proprio ferro da un legamento dell’avversario.
centuriazione
(cen-tu-ria-ziò-ne) n.f. A Nell’antica Roma, ciascuna delle unità in cui era suddivisa, in base al censo pubblico, la popolazione maschile adulta. B Nell’antica Roma, ciascuno degli appezzamenti in cui veniva suddiviso l’agro pubblico per la centuriazione.
cicatrizzazione
(ci-ca-triz-za-ziò-ne) n.f. Processo di formazione della cicatrice.
classificazione
(clas-si-fi-ca-ziò-ne) n.f. Ripartizione in classi, gruppi o categorie.

coartazione
(co-ar-ta-ziò-ne) n.f. Imposizione ad agire contro la propria volontà.
combinazione
(com-bi-na-ziò-ne) n.f. A Circostanza imprevista. B Sequenza ordinata di numeri o di lettere. C Completo di biancheria intima femminile.
complicazione
(com-pli-ca-ziò-ne) n.f. A Azione e risultato del complicare. B Aggravamento di una malattia per l’insorgere di nuovi elementi morbosi.
concrezione
(con-cre-ziò-ne) n.f. Deposito minerale o sedimentario che dà luogo a incrostazioni a strati concentrici.
coniugazione
(co-niu-ga-ziò-ne) n.f. Flessione del verbo secondo i modi, i tempi, le persone ed i numeri.

consolazione
(con-so-la-ziò-ne) n.f. Azione e risultato del consolare.
conversazione
(con-ver-sa-ziò-ne) n.f. Azione e risultato del conversare, del discorrere.
criminalizzazione
(cri-mi-na-liz-za-ziò-ne) n.f. Azione e risultato del criminalizzare.
culminazione
(cul-mi-na-ziò-ne) n.f. Transito di un astro al meridiano celeste dal luogo di osservazione.
decalcificazione
(de-cal-ci-fi-ca-ziò-ne) n.f. Diminuizione della quantità di calcio.

defalcazione
(de-fal-ca-ziò-ne) n.f. Azione e risultato del defalcare, del sotrtrarre.
deflazione
(de-fla-ziò-ne) n.f. A Riferito al vento, asportazione si granuli sabbiosi formatesi per disgregazione di rocce. B Riferito al sistema economico, condizione caratterizzata dalla riduzione della circolazione monetaria e dalla conseguente diminuzione dei prezzi per recuperare contante.
delegittimazione
(de-le-git-ti-ma-ziò-ne) n.f. Non riconoscere, privare di legittimità.
delimitazione
(de-li-mi-ta-ziò-ne) n.f. Fissare un limite.
deltazione
(del-ta-ziò-ne) n.f. Deposito di materiali alla foce di un fiume.

delucidazione
(de-lu-ci-da-ziò-ne) n.f. Chiarimento, spiegazione.
demarcazione
(de-mar-ca-ziò-ne) n.f.pl. Tracciamento di un confine.
depredazione
(de-pre-da-ziò-ne) n.f. Rapina, saccheggio.
detronizzazione
(de-tro-niz-za-ziò-ne) n.f. A Deposizione dal trono. B Allontanamento da una carica.
digitazione
(di-gi-ta-ziò-ne) n.f. Azione e risultato del digitare su una tastiera.

disattivazione
(di-sat-ti-va-ziò-ne) n.f. Interrompere il funzionamento di qcs.
discriminazione
(di-scri-mi-na-ziò-ne) n.f. Atto del discriminare, del fare la differenza, la distinzione fra gruppi etnici.
disillusione
(di-sil-lu-siò-ne) n.f. La perdita delle illusioni; anche, il disinganno, la delusione.
disinfestazione
(di-sin-fe-sta-ziò-ne) n.f. Operazione del disinfestare.
disintegrazione
(di-sin-te-gra-ziò-ne) n.f. Frantumazione in piccoli frammenti.

disorganizzazione
(di-sor-ga-niz-za-ziò-ne) n.f. Mancanza di organizzazione.
disperazione
(di-spe-ra-ziò-ne) n.f. Stato d’animo di chi non ha più speranza.
dissertazione
(dis-ser-ta-ziò-ne) n.f. Discorso o relazione scritta su di un argomento specifico.
abominazione
(a-bo-mi-na-ziò-ne) n.f. Detestare, disprezzare, ripugnare.
accelerazione
(ac-ce-le-ra-ziò-ne) n.f. Aumento della velocità nell’unità di tempo, un secondo.

accettazione
(ac-cet-ta-ziò-ne) n.f. A Atti dell’accettare. B Locale per il ricevimento dei visitatori. C L’atto col quale si accetta un determinato rapporto.
aeronavigazione
(a-e-ro-na-vi-ga-ziò-ne) n.f. Navigazione aerea.
aerostazione
(a-e-ro-sta-ziò-ne) n.f. Luogo, adeguatamente attrezzato, ove si sistemano passeggeri e merci trasportati con mezzi aerei.
agitazione
(a-gi-ta-ziò-ne) n.f. Stato di eccitazione o turbamento.
allogazione
(al-lo-ga-ziò-ne) n.f. Commissione, ordinazioni.

allucinazione
(al-lu-ci-na-ziò-ne) n.f. Percezione, da parte di qualcuno, di qualcosa che non esiste, ma che il soggetto ritiene reale.
angolazione
(an-go-la-ziò-ne) n.f. A Punto di vista da cui si considera un problema. B Angolo da cui si riprende una scena.
animazione
(a-ni-ma-ziò-ne) n.f. A Azione e risultato dell’animare. B Vivacità. C Ogni attività che favorisce la partecipazione di cittadini ad iniziative culturali o ricreative.
approvazione
(ap-pro-va-ziò-ne) n.f. A Azione e risultato dell’approvare. B Manifestazione di assenso.
armonizzazione
(ar-mo-niz-za-ziò-ne) n.f. Azione e risultato dell’armonizzare.

attenuazione
(at-te-nua-ziò-ne) n.f. Diminuzione di intensità.
attivazione
(at-ti-va-ziò-ne) n.f. Azione e risultato dell’attivare.
attuazione
(at-tua-ziò-ne) n.f. Effettuazione, realizzazione.
autenticazione
(au-ten-ti-fi-ca-ziò-ne) n.f. Azione e risultato dell’autenticare.
avocazione
(a-vo-ca-ziò-ne) n.f. Potere riconosciuto ad alcuni enti di sostituirsi ad altri nella prosecuzione delle attività.

bambagione
(bam-ba-giò-ne) n.f.pl. e n.m. Erba da foraggio, rivestita da lunghi peli lanosi.
canaglione
(ca-na-gliò-ne) n.m. Accrescitivo di canaglia.
capisezione
(ca-pi-se-ziò-ne) n.f.pl. e n.m.pl. Chi in un ufficio pubblico dirige una sezione.
caratterizzazione
(ca-rat-te-riz-za-ziò-ne) n.f. Rappresentazione e/o descrizione di qualcuno o qualcosa secondo le sue caratteristiche.
carcerazione
(car-ce-ra-ziò-ne) n.f. Azione e risultato del carcerare.

catalizzazione
(ca-ta-liz-za-ziò-ne) n.f. A Azione e risultato del catalizzare. B Affrettare un processo chimico.
clorazione
(clo-ra-ziò-ne) n.f. Immissione di piccole quantità di cloro nell’acqua potabile, allo scopo di sterilizzarla.
coagulazione
(co-a-gu-la-ziò-ne) n.f. Parziale solidificazione di liquidi organici.
codificazione
(co-di-fi-ca-ziò.ne) n.f. A zione e risultato del codificare. B Insieme di norme codificate.
colazione
(co-la-ziò-ne) n.f. A Il pasto leggero del mattino. B Il pasto del mezzogiorno. C Il cibo consumato durante questo pasto.

collazione
(col-la-ziò-ne) n.f. Confronto tra diverse copie di testi letterali o documenti, per giungere ad una stesura definitiva.
collusione
(col-lu-siò-ne) n.f. A In diritto, accordo fraudolento di due parti a danno di una terza, specialmente di un avvocato con la parte avversa a danno del proprio cliente. B Accordo tra venditori di uno stesso mercato per il perseguimento di una comune politica dei prezzi.
coltivazione
(col-ti-va-ziò-ne) n.f. Azione e risultato del coltivare.
commisurazione
(com-mi-su-ra-ziò-ne) n.f. Confronto, raffronto, determinazione della misura di qualcosa in base ad un’altra..
compilazione
(com-pi-la-ziò-ne) n.f. Atto del compilare, raccogliendo materiale da opere preesistenti.

comunicazione
(co-mu-ni-ca-ziò-ne) n.f. A Trasmissione ad altri di notizie, informazioni. B L’insieme dei mezzi audiovisivi e delle pubblicazioni giornalistiche che diffondono notizie. C L’essere collegati con qcn.
concitazione
(con-ci-ta-ziò-ne) n.f. Intensa agitazione.
condonazione
(con-do-na-ziò-ne) n.f. Condono.
configurazione
(con-fi-gu-ra-ziò-ne) n.f. A Rappresentazione in una data forma. B Il complesso delle dotazioni tecniche di un computer.
congratulazione
(con-gra-tu-la-ziò-ne) n.f. Espressione di rallegramento.

consolidazione
(con-so-li-da-ziò-ne) n.f. Azione e risultato del consolidare, del rendere solido.
convalidazione
(con-va-li-da-ziò-ne) n.f. Convalida.
corporazione
(cor-po-ra-ziò-ne) n.f. Associazione professionale.
costellazione
(co-stel-la-ziò-ne) n.f. Insieme di stelle che occupano una medesima zona della sfera celeste.
decolorazione
(de-co-lo-ra-ziò-ne) n.f. Operazione consistente nell’eliminazione od attenuazione del colore di alcune sostanze.

decontaminazione
(de-con-ta-mi-na-ziò-ne) n.f. Riduzioni od eliminazione di sostanze contaminanti od inquinanti.
defecazione
(de-fe-ca-ziò-ne) n.f. A Espulsioni delle feci. B Purificazione di un liquido.
demoralizzazione
(de-mo-ra-liz-za-ziò-ne) n.f. Lo stato d’animo di chi è demoralizzato.
denotazione
(de-no-ta-ziò-ne) n.f. n.f.pl. In logica ad in linguistica, relazione che intercorre tra un segno e l’oggetto, o gli oggetti, da questo segno designato.
accomodazione
(ac-co-mo-da-ziò-ne) n.f. Proprietà dell’occhio di variare il potere di rifrazione del cristallino adattandosi alla distanza dell’oggetto da osservare o vedere.

accrezione
(ac-cre-ziò-ne) n.f. Accrescimento, ispessimento.
affrancazione
(af-fran-ca-ziò-ne) n.f. Liberazione da una servitù o dalla condizione di schiavitù.
amputazione
(am-pu-ta-ziò-ne) n.f. A Asportazione di un organo o di una parte di esso. B Eliminazione di una parte di un discorso, di uno scritto.
aromatizzazione
(a-ro-ma-tiz-za-ziò-ne) n.f.. Azione e risultato del rendere aromatico.
asseverazione
(as-se-ve-ra-ziò-ne) n.f. Affermazione decisa, sicura.

assicurazione
(as-si-cu-ra-ziò-ne) n.f. A Parole tranquillizzanti. B Contratto con cui l’assicuratore si impegna, dietro pagamento di un premio, a risarcire l’assicurato in caso di eventi avversi.
assimilazione
(as-si-mi-la-ziò-ne) n.f. A Assorbimento di sostanze nutritive. B Processo di apprendimento.
auscultazione
(au-scul-ta-ziò-ne) n.f. Esame degli organi interni di un individuo mediante l’ascolto esterno con l’orecchio o con apparecchi acustici.
autocertificazione
(au-to-cer-ti-fi-ca-ziò-ne) n.f. Dichiarazione fatta sotto la propria responsabilità penale, che certifica i propri dati personali e sostituisce quella rilasciata dall’ufficio competente del comune di residenza.
biiezione
(bi-ie-ziò-ne) n.f. Corrispondenza biunivoca.

calcinazione
(cal-ci-na-ziò-ne) n.f. A Azione e risultato del calcinare. B Trasformazione del calcare in calce viva.
celebrazione
(ce-le-bra-ziò-ne) n.f. Solenne cerimonia commemorativa.
cementificazione
(ce-men-ti-fi-ca-ziò-ne) n.f. A Azione e risultato del cementificare. B Costruzione indiscriminata di edifici swnza riguardo al paesaggio urbanistico.
centralizzazione
(cen-tra-liz-za-ziò-ne) n.f. Azione e risultato del centralizzare.
circonvallazione
(cir-con-val-la-ziò-ne) n.f. A Strade che circolano lungo il perimetro esterno delle città. B Fortificazioni campali poste intorno alla zona assediata.

civilizzazione
(ci-vi-liz-za-ziò-ne) n.f. Azione e risultato del civilizzare.
coabitazione
(co-a-bi-ta-ziò-ne) n.f. L’abitare insieme.
coazione
(co-a-ziò-ne) n.f. Violenza esercitata sulla volontà altrui.
collocazione
(col-lo-ca-ziò-ne) n.f. Azione e risultato del collocare.
colonizzazione
(co-lo-niz-za-ziò-ne) n.f. A Assoggettamento di un territorio diverso dalla madrepatria. B Bonifica e messa a cultura di un territorio incolto.

commiserazione
(com-mi-se-ra-ziò-ne) n.f. Compassione, pena, pietà.
concezione
(con-ce-ziò-ne) n.f. A Il concepire, il creare con la mente, la concezione di un’opera, di un’impresa. B Insieme organico di pensieri e di idee riguardanti un determinato argomento, anche, pensiero.
confederazione
(con-fe-de-ra-ziò-ne) n.f. Unione fra più stati o fra più enti.
confutazione
(con-fu-ta-ziò-ne) n.f. Argomentazione orale o scritta con la quale si confuta qcs.
contaminazione
(con-ta-mi-na-ziò-ne) n.f. Inquinamento.

convocazione
(con-vo-ca-ziò-ne) n.f. A Invito ad una adunanza, ad una riunione. B L’adunata stessa.
cristallizzazione
(cri-stal-liz-za-ziò-ne) n.f. A Fenomeno chimico – fisico per cui una sostanza passa dallo stato in cui si trova, allo stato cristallino. B IL fissare convinzioni ed idee, senza più mutarle.
dannazione
(dan-na-ziò-ne) n.f. A Perdita dell’anima per il peccato. B Condanna alla pena infernale. C Tormento.
degnazione
(de-gna-ziò-ne) n.f. Atteggiamento di comprensione nei confronti di chi è, od è considerato, inferiore.
deificazione
(dei-fi-ca-ziò-ne) n.f. Divinizzazione, glorificazione.

delegazione
(de-le-ga-ziò-ne) n.f. Gruppo di persone incaricate di esplicare funzioni di rappresentanza.
deliberazione
(de-li-be-ra-ziò-ne) n.f. Ponderata decisione presa da una persona o da un organismo competente.
denigrazione
(de-ni-gra-ziò-ne) n.f. Atto e risultato del denigrare, del gettare discredito.
depenalizzazione
(de-pe-na-liz-za-ziò-ne) n.f. Azione e risultato del penalizzare, togliere ad un atto il carattere di reato.
derattizzazione
(de-rat-tiz-za-ziò-ne) n.f. Operazione del derattizzare

diffamazione
(dif-fa-ma-ziò-ne) n.f. Azione e risultato del diffamare, del calunniare.
disintossicazione
(di-sin-tos-si-ca-ziò-ne) n.f. Processo con il quale l’organismo elimina le sostanze tossiche.
dissalazione
(dis-sa-la-ziò-ne) n.f. Operazione del dissalare.
dissimulazione
(dis-si-mu-la-ziò-ne) n.f. Capacità di nascondere i propri pensieri, mascheramento.
dotazione
(do-ta-ziò-ne) n.f. L’insieme dei beni assegnati ad una persona o ad un ufficio, per svolgere una attività.

elencazione
(e-len-ca-ziò-ne) n.f. Atto dell’elencare, dell’enumerare.
elucubrazione
(e-lu-cu-bra-ziò-ne) n.f. Meditazione logica e minuziosa.
elusione
(e-lu-siò-ne) n.f. L’eludere, l’essere eluso. Elusione fiscale, il comportamento del contribuente che, senza commettere illegalità, si sottrae in tutto od in parte alla tassazione.
enunciazione
(e-nun-cia-ziò-ne) n.f. Esposizione precisa ed ordinata.
esazione
(e-sa-ziò-ne) n.f. A Quantità di denaro riscossa. B Tributo riscosso.

esercitazione
(e-ser-ci-ta-ziò-ne) n.f. Pratica di addestramento fisico od intellettuale.
espiazione
(e-spia-ziò-ne) n.f. Riparazione ad una colpa o ad un torto fatto a Dio.
espropriazione
(e-spro-pria-ziò-ne) n.f. Privazione della proprietà.
donazione
(do-na-ziò-ne) n.f. Contratto con il quale un donatore dispone che il diritto di un suo bene vada al donatario a titolo gratuito.
emendazione
(e-men-da-ziò-ne) n.f. Eliminazione di difetti o imperfezioni.

eruttazione
(e-rut-ta-ziò-ne) n.f. Emissione rumorosa dalla bocca di gas provenienti dallo stomaco.
espurgazione
(e-spur-ga-ziò-ne) n.f. Operazione dell’espurgare. B Eliminare parti di un testo che si ritengono disdicevoli od offensive al senso comune della morale.
estirpazione
(e-stir-pa-ziò-ne) n.f. Operazione dell’estirpare, dell’eleminazione radicale.
estremizzazione
(e-stre-miz-za-ziò-ne) n.f. Portare all’estremo.
fluttuazione
(flut-tua-ziò-ne) n.f. Ondeggiamento.

frantumazione
(fran-tu-ma-ziò-ne) n.f. Riduzioni in frantumi.
fusione
(fu-siò-ne) n.f. In fisica, passaggio di una sostanza dallo stato solido allo stato liquido.
galvanizzazione
(gal-va-niz-za-ziò-ne) n.f. Operazione del galvanizzare un metallo, di rivestirlo di un sottile strato.
geminazione
(ge-mi-na-ziò-ne) n.f. Duplicazione, raddoppiamento.
ibridazione
(i-bri-da-ziò-ne) n.f. A Procedimento per ottenere un ibrido. B Incrocio tra specie o varietà diverse.

ideazione
(i-de-a-ziò-ne) n.f. A Processo mentale attraverso il quale si coordinano le idee. B Invenzione.
illuminazione
(il-lu-m-ina-ziò-ne) n.f. A L’insieme dei mezzi utilizzati per illuminare un ambiente. B Improvvivo aprirsi della mente alla comprensione, all’intuizione.
immedesimazione
(im-me-de-si-ma-ziò-ne) n.f. Completa identificazione della coscienza e nelle idee con un’altra persona.
imperfezione
(im-per-fe-ziò-ne) n.f. Difetto, deficienza, avere un’imperfezione fisica.
implementazione
(im-ple-men-ta-ziò-ne) n.f. Azione e risultato dell’implementare, del mettere a punto un programma od un circuito elettronico a partire da una serie di operazioni logiche e matematiche.

implicazione
(im-pli-ca-ziò-ne) n.f. Rapporto e connessione di un’opera letteraria col mondo e la coltura che la precedono.
incarnazione
(in-car-na-ziò-ne) n.f. Mistero fondamentale del Cristianesimo, per cui Gesù Cristi assume natura umana per riscattare il genere umano dal peccato.
incitazione
(in-ci-ta-ziò-ne) n.f. Incitamento, sprone, stimolo.
integrazione
(in-te-gra-ziò-ne) n.f. Supplemento che tende a colmare una mancanza.
intimidazione
(in-ti-mi-da-ziò-ne) n.f. Atto o minaccia per intimidire.

intitolazione
(in-ti-to-la-ziò-ne) n.f. Atto dell’intitolare, di dare un titolo.
invalidazione
(in-va-li-da-ziò-ne) n.f. Invalidamento.
irradiazione
(ir-ra-dia-ziò-ne) n.f. A Irragiamento. B Diffusione, da un unico punto d’origine, in varie direzioni.
lallazione
(lal-la-ziò-ne) n.f. Balbettio del bambino che sta imparando a parlare.
levitazione
(le-vi-ta-ziò-ne) n.f. In parapsicologia, fenomeno consistente nel sollevare e mantenere il proprio corpo e mantenerlo sollevato in aria.

lezione
(le-ziò-ne) n.f. Insegnamento che il docente impartisce ad uno o più allievi senza interruzione in un arco determinato di tempo, un’ora di lezione.
liofilizzazione
(lio-fi-liz-za-ziò-ne) n.f. Tecnica di conservazione mediante essicazione dei cibi a temperature inferiori allo zero al dupplice scopo: evitarne l’alterazione e renderli solubili.
lisciviazione
(li-sci-via-ziò-ne) n.f. Lavaggio mediante liscivia.
lunazione
(lu-na-ziò-ne) n.f. Periodo od intervallo di tempo fra due consecutivi ritorni delle luna alla stessa fase.
maggiorazione
(mag-gio-ra-ziò-ne) n.f. Aumenti.

malversazione
(mal-ver-sa-ziò-ne) n.f. Reato di chi si appropria di denaro o altro bene di cui ha il possesso per ragioni di servizio.
maturazione
(ma-tu-ra-ziò-ne) n.f. A Il maturare. B Processo durante il quale qualcuno o qualcosa diviene matura, compiuta, definitiva.
monetazione
(mo-ne-ta-ziò-ne) n.f. Fabbricazione della moneta.
mummificazione
(mum-mi-fi-ca-ziò-ne) n.f. Trattamento dei cadaveri con vari sistemi allo scopo di conservarli il più a lungo possibile.
nominalizzazione
(no-mi-na-liz-za-ziò-ne) n.f. Procedimento con il quale un aggettivo od un verbo, acquistando o perdendo un suffisso, si trasforma in nome, p.e. Comunismo, n.m. perdendo il suffisso “smo”, da comuni agg. Sagomare v.tr., perdendo il suffisso “re”, da sagoma, n.f. Gentile agg., acquistando il suffisso “ezza”, da gentilezza, n.f.

notazione
(no-ta-ziò-ne) n.f. A Annotazione. B In musica, rappresentazione delle note e loro disposizione.
opacizzazione
(o-pa-ciz-za-ziò-ne) n.f. Conferimento od assunzione di un aspetto opaco.
oppugnazione
(op-pu-gna-ziò-ne) n.f. Assalto, attacco. B Opposizione, obiezione.
ospedalizzazione
(o-spe-da-liz-za-ziò-ne) n.f. Ricovero in ospedale.
pacione
(pa-ciò-ne) n.m. Chi è amante del quieto vivere, della tranquillità.

pomicione
(po-mi-ciò-ne) n.m. Chi ama pomiciare, o levigare, lucidare con pomice in polvere; anche, scambiarsi effusioni intime.
precipitazione
(pre-ci-pi-ta-ziò-ne) n.f. A Caduta verso il basso. B Fretta eccessiva del dire o nel fare qcs.
predilezione
(pre-di-le-ziò-ne) n.f. Spiccata preferenza, ha una predilezione per il figlio maggiore.
presentazione
(pre-sen-ta-ziò-ne) n.f. A Atto del presentare qualcuno o qcs. B Discorso o scritto introduttivo.
prestazione
(pre-sta-ziò-ne) n.f. Attività o lavoro fornito da una persona, da un animale o da una macchina.

procreazione
(pro-crea-ziò-ne) n.f. Atto del procreare, del generare.
distrazione
(di-stra-ziò-ne) n.f. A Atto del distrarre. B Impiego di una somma di denaro, o altro bene, per un fine diverso da quello originario.
divagazione
(di-va-ga-ziò-ne) n.f. Azione del divagare, digressione.
divulgazione
(di-vul-ga-ziò-ne) n.f. Diffusione, propagazione.
emotrasfusione
(e-mo-tra-sfu-siò-ne) n.f. Trasfusione del sangue.

esagerazione
(e-sa-ge-ra-ziò-ne) n.f. Eccessiva amplificazione della realtà.
esemplificazione
(e-sem-pli-fi-ca-ziò-ne) n.f. Spiegazione per mezzo di esempi.
espirazione
(e-spi-ra-ziò-ne) n.f. Azione e risultato dell’espirare, dell’espellere l’aria introdotta con l’inspirazione.
estrazione
(e-stra-ziò-ne) n.f. Operazione dell’estrarre, del sorteggiare.
estrusione
(e-stru-siò-ne) n.f. A Azione e risultato dell’estrudere, dello spinger fuori. B Procedimento di lavorazione di materiali plastici, o resi temporaneamente tali, che consiste nel forzare il materiale attraverso un’apertura sagomata al fine di ottenere tubi, barre o profilati vari.

falsificazione
(fal-si-fi-ca-ziò-ne) n.f. Contraffazione di qualcosa con intenzioni dolose.
fascicolazione
(fa-sci-co-la-ziò-ne) n.f. Azione e risultato del fascicolare, del raccogliere in fascicoli.
fazione
(fa-ziò-ne) n.f. Gruppo, anche politico, animato da spirito settario.
federazione
(fe-de-ra-ziò-ne) n.f. A Unione politica di più regioni o stati che mantengono, in diversi settori, le proprie leggi particolari. B Associazione di più enti che, accanto ad una struttura individuale, danno vita anche ad organi associativi comuni.
fermentazione
(fer-men-ta-ziò-ne) n.f. Processo consistente nella trasformazione chimica di sostanze organiche per mezzo di alcumi microrganismi.

fertilizzazione
(fer-ti-liz-za-ziò-ne) n.f. Concimazione.
flocculazione
(floc-cu-la-ziò-ne) n.f. Gelificazione di un colloide sotto forma di fiocchi.
fustigazione
(fu-sti-ga-ziò-ne) n.f. A Atto del fustigare. B Tipo di pena corporale.
gelificazione
(ge-li-fi-ca-ziò-ne) n.f. Azione e risultato del gelificare.
germogliazione
(ger-mo-glia-ziò-ne) n.f. Azione del germogliare, di uscire dal seme.

graduazione
(gra-dua-ziò-ne) n.f. A Regolazione o divisione per gradi. B Insieme delle divisioni, che negli strumenti di misura, permettono la lettura della grandezza.
gratificazione
(gra-ti-fi-ca-ziò-ne) n.f. A Gratifica, intimo compiacimento. B Sentimento di soddisfazione morale, di appagamento.
immunizzazione
(im-mu-niz-za-ziò-ne) n.f. Conerimento di uno stato di immunità.
impollinazione
(im-pol-li-na-ziò-ne) n.f. Trasporto e deposito del polline sullo stigma di un fiore che rende possibile la fecondazione.
inclinazione
(in-cli-na-ziò-ne) n.f. A Pendenza.Attitudine, propensione a qcs. B

inclusione
(in-clu-siò-ne) n.f. A Azione e risultato dell’includere. B In matematica, relazione che sussiste tra due insiemi quando tutti gli elementi dell’uno fanno parte dell’altro.
incoronazione
(in-co-ro-na-ziò-ne) n.f. Cerimonia solenne nella quale un sovrano od un pontefice viene insignito mediante l’imposizione della corona o della tiara.
indignazione
(in-di-gna-ziò-ne) n.f. Vivo risentimento e sdegno.
inoculazione
(i-no-cu-la-ziò-ne) n.f. Azione dell’inoculare, dell’introdurre.
insurrezione
(in-sur-re-ziò-ne) n.f. L’insorgere unanime di una grande parte della popolazione contro i poteri dello stato.

intercettazione
(in-ter-cet-ta-ziò-ne) n.f. Atto dell’intercettare, del bloccare, del captare.
interpretazione
(in-ter-pre-ta-ziò-ne) n.f. A Spiegazione di ciò che è oscuro. B Chiarimento dei significa latenti nei discorsi o nei comportamenti di un soggetto
introiezione
(in-tro-ie-ziò-ne) n.f. Processo mediante il quale il soggetto assimila e introduce nel proprio io oggetti e aspetti del mondo esterno e/o le loro qualità.
ionizzazione
(io-niz-za-ziò-ne) n.f. Trasformazione di una sostanza in ioni.
irrorazione
(ir-ro-ra-ziò-ne) n.f. Azione e risultato dell’irrorare, dell’aspergere, dell’inumidire.

lignificazione
(li-gni-fi-ca-ziò-ne) n.f. Formazione della lignina sulla membrana delle cellule vegetali.
lussazione
(lus-sa-ziò-ne) n.f. Spostamento reciproco e permanente di due capi articolari in una articolazione mobile.
maneggione
(ma-neg-giò-ne) n.m. Chi ha per le mani molti traffici ed affari, specialmente poco puliti.
mediazione
(me-dia-ziò-ne) n.f. A Attività del mediatore. B Compenso spettante al mediatore.
mestruazione
(me-strua-ziò-ne) n.f. Fenomeno fisiologico propria della donna in età feconda e non in gravidanza.

minimizzazione
(mi-ni-miz-za-ziò-ne) n.f. A Atto del minimizzare, dello sminuire. B Minuire l’importanza di un fatto.
movimentazione
(mo-vi-men-ta-ziò-ne) n.f. Organizzazione del movimento delle merci di magazzino in base al flusso degli ordini di consegna.
nitrurazione
(ni-tru-ra-ziò-ne) n.f. Trattamento a caldo degli acciai con ammoniaca gassosa per per indurirne la superficie.
normalizzazione
(nor-ma-liz-za-ziò-ne) n.f. A Ripristino di una condizione di normalità. B Trattamento a caldo degli acciai per rendere omogenea la sua struttura.
normazione
(nor-ma-ziò-ne) n.f. La determinazione e/o l’applicazione di una norma comune nella produzione di beni.

nutazione
(nu-ta-ziò-ne) n.f. Oscillazione abituale ed involontaria del capo.
obbligazione
(ob-bli-ga-ziò-ne) n.f. Vincolo giuridico in base al quale un individuo è tenuto ad un certo comportamento economico a favore di un altro soggetto.
oblazione
(o-bla-ziò-ne) n.f. Offerta, generalmente in denaro a titolo di elemosina o beneficienza.
divinizzazione
(di-vi-niz-za-ziò-ne) n.f. Attribuzione di un carattere divino.
edulcorazione
(e-dul-co-ra-ziò-ne) n.f. Dolcificazione.

effusione
(ef-fu-siò-ne) n.f. L’effondere, lo spargimento, il versamento di un liquido. Effusione lavica, la fuoruscita di lava da un cratere.
eiaculazione
(e-ia-cu-la-ziò-ne) n.f. Emissione dello sperma, che caratterizza l’orgasmo sessuale maschile.
elezione
(e-le-ziò-ne) n.f. Azione e risultato dell’eleggere, dell’essere eletto, l’elezione del nuovo sindaco.
eliminazione
(e-li-mi-na-ziò-ne) n.f.pl. Esclusione di un concorrente dal proseguimento della competizione.
emancipazione
(e-man-ci-pa-ziò-ne) n.f. Liberazione, nel caso della donna, dalle condizioni di inferiorità, giuridica, sociale, economica, rispetto all’uomo.

emigrazione
(e-mi-gra-ziò-ne) n.f. Spostamento dai luohi di origine.
emulazione
(e-mu-la-ziò-ne) n.f. Desiderio e sforzo di eguagliare o superare qcn.
enfatizzazione
(en-fa-tiz-za-ziò-ne) n.f. Rilievo eccessivo dato a qualcuno od a qcs.
enucleazione
(e-nu-clea-ziò-ne) n.f. Spiegazione, chiarimento.
equazione
(e-qua-ziò-ne) n.f. Uguaglianza che contiene una o più quantità variabili o incognite, verificata soltanto per alcuni valori di queste.

esclamazione
(e-scla-ma-ziò-ne) n.f. Espressione pronunciata in segno di allegria.
escrezione
(e-scre-ziò-ne) n.f. Funzione fisiologica attraverso la quale gli organismi animali e vegetali eliminano i prodotti di rifiuto del metabolismo cellulare e le sostanze in eccesso.
esplorazione
(e-splo-ra-ziò-ne) n.f. Indagine diretta su cose o zone sconosciute.
evezione
(e-ve-ziò-ne) n.f. Perturbazione periodica del moto della Luna, causata dal Sole.
evirazione
(e-vi-ra-ziò-ne) n.f. Castrazione.

evocazione
(e-vo-ca-ziò-ne) n.f. Richiamo di spiriti dal mondo dei trapassati.
fabbricazione
(fab-bri-ca-ziò-ni) n.f. Azione e risultato del fabbricare, specialmente di tipo industriale.
filiazione
(fi-lia-ziò-ne) n.f. A Rapporto giuridico tra genitori e figli. B Derivazione, provenienza.
filodiffusione
(fi-lo-dif-fu-siò-ne) n.f. Sistema di trasmissione che porta all’utente i programmi della radio per mezzo dei fili della rete telefonica.
fluitazione
(flui-ta-ziò-ne) n.f. Sistema di trasporto dei tronchi per mezzo della corrente fluviale.

frammentazione
(fra-men-ta-ziò-ne) n.f. Suddivisione in piccole parti.
fucilazione
(fu-ci-la-ziò-ne) n.f. Esecuzione di condanna a morte mediante scarica di fucile.
garbuglione
(gar-bù-gliò-ne) 1 n.f.pl. Che fanno o cercano garbugli, imbrogli, intrighi. 2 n.m. Che fa o cerca garbugli, imbrogli, intrighi.
ghettizzazione
(ghet-tiz-za-ziò-ne) n.f. Azione e risultato del ghettizzare, di costringere a vivere in un determinato quartiere.
glaciazione
(gla-cia-ziò-ne) n.f. A Espansione delle calotte glaciali terrestri. B Periodo glaciale.

grassazione
(gras-sa-ziò-ne) n.f. Rapina a mano armata.
gravitazione
(gra-vi-ta-ziò-ne) n.f. Attrazione fra due o più corpi.
guaglione
(gua-gliò-ne) n.m. Un fanciullo, un ragazzo; anche, giovincello.
ibernazione
(i-ber-na-ziò-ne) n.f. Fenomeno biologico per cui determinati animali, quando la temperatura scende sotto il limite compatibilile con le attività vitali, cadono in uno stato di torpore o sonno.
illusione
(il-lu-siò-ne) n.f. A Percezione alterata delle cose da parte dei sensi. La prospettiva dà l’illusione della profondità. B Ingannevole rappresentazione della mente che immagina od interpreta la realtà secondo i propri desideri e le proprie speranze.

illustrazione
(il-lu-stra-ziò-ne) n.f. Disegni o foto che corredano una pubblicazione.
immatricolazione
(im-ma-tri-co-la-ziò-ne) n.f. Iscrizione in un poubblico ufficio.
improvvisazione
(im-prov-vi-sa-ziò-ne) n.f. Azione e risultato di ciò che si improvvisa.
inaugurazione
(i-nau-gu-ra-ziò-ne) n.f. Cerimonia con la quale si inaugura qcs.
incarcerazione
(in-car-ce-ra-ziò-ne) n.f. Carcerazione.

ineducazione
(i-ne-du-ca-ziò-ne) n.f. Mancanza di educazione.
infiammazione
(in-fiam-ma-ziò-ne) n.f. Processo reattivo dei tessuti ad agenti patogeni.
infrazione
(in-fra-ziò-ne) n.f. Trasgressione, violazione.
insalivazione
(in-sa-li-na-ziò-ne) n.f. Azione di impasto della saliva con i cibi introdotti nella bocca durante la mastificazione.
intestazione
(in-te-sta-ziò-ne) n.f. A Atto dell’intestare. B Dicitura o titolo all’inizio di un libro, di un articolo o altro.

iposecrezione
(i-po-se-cre-ziò-ne) n.f. Insufficienza dell’attività secretoria delle ghiandole, iposecrezione tiroidea.
ispirazione
(i-spi-ra-ziò-ne) n.f. Estro creativo.
lacerazione
(la-ce-ra-ziò-ne) n.f. A Rottura traumatica di un tessuto esterno o di un organo interno. B Lesione che ne consegue.
lacrimazione
(la-cri-ma-ziò-ne) n.f. Attività di secrezione delle ghiandole lacrimali.
lamentazione
(la-men-ta-ziò-ne) n.f. A Serie di lamenti. B Lamento insistente.

legalizzazione
(le-ga-liz-za-ziò-ne) n.f. Certificazione della legalità di un documento o simile.
liquidazione
(li-qui-da-ziò-ne) n.f. A Indennità corrisposta al lavoratore alla fine di un rapporto di lavoro. B Vendita di merci a prezzo inferiore a quello normalmente praticato.
localizzazione
(lo-ca-liz-za-ziò-ne) n.f. Individuazione del luogo di origine o della posizione di qcs.
filtrazione
(fil-tra-ziò-ne) n.f. Separazione di sostanze solide disperse in un liquido o in un gas.
finalizzazione
(fi-na-liz-za-ziò-nei) n.f. Azione e risultato del finalizzare, del concludere con successo qcs.

fluidificazione
(flui-di-fi-ca-ziò-ne) n.f. Operazione che consente di rendere più fluida una sostanza.
fonazione
(fo-na-ziò-ne) n.f. Processo che forma la voce ed il linguaggio articolato.
fortificazione
(for-ti-fi-ca-ziò-ne) n.f. Rafforzamento con opere di difesa.
fossilizzazione
(fos-si-liz-za-ziò-ne) n.f. A Trasformazione di un organismo allo stato fossile. B Irrigidimento di mentalità su posizioni antiquate.
frustrazione
(fru-stra-ziò-ne) n.f. Stato psichico di depressione causato dalla mancata soddisfazione di un bisogno o di un desiderio.

fumigazione
(fu-mi-ga-ziò-ne) n.f. A Impiego di fumi per disinfettare o sterilizzare. B Operazione di conservazione di alimenti con l’esposizione al fumo. Affumicatura.
germinazione
(ger-mi-na-ziò-ne) n.f. Inizio dello sviluppo di un seme in una pianta.
granulazione
(gra-nu-la-ziò-ne) n.f. Operazione mediante la quale si riduce in granuli qcs.
idratazione
(i-dra-ta-ziò-ne) n.f. Denominazione comune ad una serie di reazioni in cui un composto reagisce con l’acqua dando luogo ad un unico prodotto.
inabilitazione
(i-na-bi-li-ta-ziò-ne) n.f. Atto o condizione di chi è inabilitato.

inchiostrazione
(in-chio-stra-ziò-ne) n.f. Deposizione di un velo d’inchiostro sulla matrice.
incrostazione
(in-cro-sta-ziò-ne) n.f. Formazione di una strato calcareo all’interno di recipienti o tubazioni.
infestazione
(in-fe-sta-ziò-ne) n.f. A Azione e risultato dell’infestare. B Ogni malattia provocata da parassiti di dimensioni non microscopiche.
ingarbuglione
(in-gar-bù-gliò-na) 1 n.f.pl. Arruffone, che ingarbugliano le cose. 2 n.m. Arruffone, che ingarbuglia le cose.
innovazione
(in-no-va-ziò-ne) n.f. Introduzione di elementi nuovi, di novita.

inondazione
(i-non-da-ziò-ne) n.f. Allagamento, alluvione.
insolazione
(in-so-la-ziò-ne) n.f. A Esposizione del corpo al sole. B Alterazione del sistema termoregolatore dell’organismo e conseguente stato di shock, provocato da una lunga esposizione al sole.
insubordinazione
(in-so-bur-di-na-ziò-ne) n.f. Comportamento di chi viene meno agli obblighi della disciplina.
insufflazione
(in-suf-fla-ziò-ne) n.f. Introduzione, a scopo terapeutico, di un farmaco polverizzato nelle cavità naturali comunicanti con l’esterno.
intensificazione
(in-ten-si-fi-ca-ziò-ne) n.f. Aumento di intensità, di energia, di forza e simili.

introspezione
(in-tro-spe-ziò-ne) n.f. A Metodo di analisi fondato sullo studio scientifico della coscienza e sull'analisi dei suoi contenuti. B In letteratura, tendenza ad assumere come oggetto d’indagine e di descrizione l’interiorità propria o quella dei personaggi.
ipersecrezione
(i-per-se-cre-ziò-ne) n.f. Aumento della secrezione di una struttura ghiandolare, ipersecrezione gastrica.
irrogazione
(ir-ro-ga-ziò-ne) n.f.pl. Comminazione di una condanna, di una pena.
istigazione
(i-sti-ga-ziò-ne) n.f. Complesso di attiuvità tali da indurre altri ad un dato comportamento.
liberalizzazione
(li-be-riz-za-ziò-ne) n.f. Eliminazioni delle restrizioni nel campo politico o letterario.

liberazione
(li-be-ra-ziò-ne) n.f. A Conseguimento della libertà. B Sollievo da uno stato di oppressione.
macerazione
(ma-ce-ra-ziò-ne) n.f. Operazione del macerare, del togliere dallo stello delle piante tessili vegetali, sostanze estranee che le accompagnano.
masticazione
(ma-sti-ca-ziò-ne) n.f. Fase iniziale della digestione che consiste nello schiacciare e triturare ripetutamente il cibo tra i denti.
modernizzazione
(mo-der-niz-za-ziò-ne) n.f. Azione e risultato del modernizzare, dell’adeguarsi ai tempi mderni.
narrazione
(nar-ra-ziò-ne) n.f. A Azione e risultato del narrare, del descrivere. B Esposizione scfritta o verbale, racconto.

neoformazione
(neo-for-ma-ziò-ne) n.f. A Vocabolo di recente formazione. B Qualsiasi formazione di tessuto anomala.
nitrazione
(ni-tra-ziò-ne) n.f. Sostituzione, in una molecola organica, di uno o più atomi di idrogeno con altrettanti gruppi nitrici.
obrezione
(o-bre-ziò-ne) od orrezione, (or-re-ziò-ne), n.f. Frode commessa in un atto od altra scrittura, dichiarando deliberatamente il falso o tacendo un elemento necessario.
organizzazione
(or-ga-niz-za-ziò-ne) n.f. Predisposizione delle misure opportune per un buon funzionamento di qcs.
osservazione
(os-ser-va-ziò-ne) n.f. A Attento esame. B Complesso delle operazioni riguardanti lo studio di un fenomeno.

ossigenazione
(os-si-ge-na-ziò-ne) n.f. Trattamento con ossigeno.
palpitazione
(pal-pi-ta-ziò-ne) n.f. A Aumento della frequenza dei battiti cardiaci. B Viva commozione od emozione.
parcellazione
(par-cel-la-ziò-ne) n.f. Divisione di una vasta zona di terreno in piccoli appezzamenti o lotti a fini agricoli o di edilizia urbana.
pascione
(pa-sci-ò-na) n.f.pl. e n.m. A Abbondante produzione agricola di un’annata. B Abbondanza, prosperità.
pastorizzazione
(pa-sto-riz-za-ziò-ne) n.f. processo di riscaldamento a 60-70 gradi centigradi per la disinfezione e conservazione di alimenti liquidi.

perfezione
(per-fe-ziò-ne) n.f. L’assenza di difetti o lacune, completezza, la perfezione di un’opera, di un lavoro.
perpetrazione
(per-pe-tra-ziò-ne) n.f. Atto del perpetrare, del compiere azioni disoneste.
personificazione
(per-so-ni-fi-ca-ziò-ne) n.f. Rappresentazione concreta in forma di persona cose o idee astratte.
dissezione
(dis-se-ziò-ne) n.f. Sezionamento di un cadavere a scopo di studio.
dissipazione
(dis-si-pa-ziò-ne) n.f. A Atto del dissipare. B Condotta di vita sregolata.

dittongazione
(dit-ton-ga-ziò-ne) n.f. Trasformazione di una vocale semplice in un dittongo.
drammatizzazione
(dram-ma-tiz-za-ziò-ne) n.f. A Riduzione in forma di dramma. B Esagerazione della realtà.
edificazione
(e-di-fi-ca-ziò-ne) n.f. A Costruzione B Buon esempio. Invito al bene.
educazione
(e-du-ca-ziò-ne) n.f. A Formazione intellettuale e morale, sulla base di determinati principi. B Comportamento corretto ed urbano nei rapporti sociali.
effrazione
(ef-fra-ziò-ne) n.f. Forzatura dei sistemi di chiusura o dispositivi di sicurezza.

elongazione
(e-lon-ga-ziò-ne) n.f. A Differenza tra la longitudine del sole e quella di un pianeta visti dalla terra. B Distanza, ad ogni istante, fdi un punto oscillante dal centro di oscillazione.
enumerazione
(e-nu-me-ra-ziò-ne) n.f. Esposizione ordinata di una serie di cose.
erogazione
(e-ro-ga-ziò-ne) n.f. A Destinazione di una somma o simile, ad un fine determinato. B Fornitura.
esaustione
(e-sau-stiò-ne) n.m. Metodo matematico basato su un ragionamento per assurdo, utilizzato nell’antichità per calcolare aree e volumi.
esclusione
(e-sclu-siò-ne) n.f. Azione e risultato dell’escludere. Combattere senza esclusione di colpi, combettere con violenza, con accanimento. Procedere per esclusione, procedere vagliando e accantonando successivamente varie ipotesi per individuare quella che si ritiene più valida.

escoriazione
(e-sco-ria-ziò-ne) n.f. Lesione superficiale della cute.
esecrazione
(e-se-cra-ziò-ne) n.f. Sentimento di estremo orrore e disprezzo.
esortazione
(e-sor-ta-ziò-ne) n.f. Sollecitudine a fare qcs.
espletazione
(e-sple-ta-ziò-ne) n.f. Azione e risultato dell’espletare, del compiere, del portare a termine l’iniziato.
estrapolazione
(e-stra-po-la-ziò-ne) n.f. Eliminazione di una frase dal testo in cui è inserita

estrinsecazione
(e-strin-se-ca-ziò-ne) n.f. Manifestazione di ciò che è interiore.
figurazione
(fi-gu-ra-ziò-ne) n.f. Rappresentazione attraverso figure.
finocchione
(fi-noc-chiò-ne) n.m. A Accrescitivo di finocchio. B Germoglio bulboso della pianta di finocchio, usato come ortaggio a scopo alimentare.
folgorazione
(fol-go-ra-ziò-ne) n.f. A Effetto prodotto da una scarica elettrica sull’organismo. B Intuizione improvvisa.
fomentazione
(fo-men-ta-ziò-ne) n.f. A Istigazione, incitamento. B Terapia locale con impacchi caldi.

formazione
(for-ma-ziò-ne) n.f. A Schieramento di puù persone. B Acquisizione di una determinata forma.
frequentazione
(fre-quen-ta-ziò-ne) n.f. Azione e risultato del frequentare assiduamente o con familiarità qualcuno o qcs.
gesticolazione
(ge-sti-co-la-ziò-ne) n.f. Il modo di gesticolare, di fare gesti.
immigrazione
(im-mi-gra-ziò-ne) n.f. Trasferimento stabile in uno stato straniero.
impiccione
(im-pic-ciò-ne) n.m. Chi per abitudine, si impiccia delle faccende altrui.

implorazione
(im-plo-ra-ziò-ne) n.f. Atto dell’implorare, del pregare, del supplicare.
importazione
(im-por-ta-ziò-ne) n.f. Introduzioni di merci da paesi stranieri.
impreparazione
(im-pre-pa-ra-ziò-ne) n.f. Mancanza di preparazione.
impugnazione
(im-pu-gna-ziò-ne) n.f. Atto dell’impugnare
inalazione
(i-na-la-ziò-ne) n.f. A Inspirazione profonda. B Metodo di cura delle affezioni delle vie respiratorie.

inazione
(i-na-ziò-ne) n.f. Mancanza di azione, di attività
incentivazione
(in-cen-ti-va-ziò-ne) n.f. Azione e risultato dell’incentivare, del favorire, del promuovere.
incriminazione
(in-cri-mi-na-ziò-ne) n.f. Imputazione di un reato.
incubazione
(in-cu-ba-ziò-ne) n.f. Negli animali oviperi, tempo perché dall’uovo si sviluppi il nuovo individuo.
individualizzazione
(in-di-vi-du-a-liz-za-ziò-ne) n.f. Individuazione.

infiltrazione
(in-fil-tra-ziò-ne) n.f. A Furtiva penetrazione. B L’infilarsi di un gas o di un liquido attraverso gli interstizi di un corpo.
informatizzazione
(in-for-ma-tiz-za-ziò-ne) n.f. Azione e risultato dell’informatizzare, del computerizzare.
innervazione
(in-ner-va-ziò-ne) n.f. Disposizione dei nervi nel corpo.
insoddisfazione
(in-sod-di-sfa-ziò-ne) n.f. Sentimento di chi è scontento.
installazione
(in-stal-la-ziò-ne) n.f. A Insediamento. B Montaggio di apparecchi, impianti e simili.

intellezione
(in-tel-le-ziò-ne) n.f. L’atto d’intendere, di afferrare con la mente un concetto.
interclusione
(in-ter-clu-siò-ne) n.f. Azione e risultato dell’intercludere, dell’essere intercluso. Interclusione di un fondo, in diritto, la situazione di un terreno tutto circondato da proprietà altrui e privo di sbocchi sulle strade pubbliche.
intermediazione
(in-ter-me-dia-ziò-ne) n.f. Attività intermediaria.
interrogazione
(in-ter-ro-ga-ziò-ne) n.f. Formulazione di domande volte ad appurare la preparazione di uno studente.
investigazione
(in-ve-sti-ga-ziò-ne) n.f. Ricerca, indagine meticolosa.

invocazione
(in-vo-ca-ziò-ne) n.f. Azione dell’invocare.
isochione
(i-so-chiò-ne) n.f.pl. e n.m. In cartografia, linea che congiunge i punti della superficie terrestre nei quali il manto nevoso ha uguale durata o uguale spessore.
macinazione
(ma-ci-na-ziò-ne) n.f. Riduzione in farina.
deportazione
(de-por-ta-ziò-ne) n.f. Trasferimento di un condannato, di un prigioniero, lontano dal territorio di origine.
depurazione
(de-pu-ra-ziò-ne) n.f. Eliminazione delle impurità.

determinazione
(de-ter-mi-na-ziò-ne) n.f. Dec isione, fermezza, risolutezza.
deviazione
(de-via-ziò-ne) n.f. A Caambiamento di direzione. B Allontanamento dalla norma. C Spostamento di qualcosa rispetto ad una linea o ad una traiettoria.
differenziazione
(dif-fe-ren-zia-ziò-ne) n.f. A Azione e risultato del differenziare, del diversificare. B Operazione con la quale si calcola il differenziale di una funzione.
diffrazione
(dif-fra-ziò-ne) n.f. Fenomeno ottico dovuto alla natura andulatoria della luce, per cui, un fascio di luce che passa attraverso una piccola fenditura non si propaga in direzione rettilinea.
direzione
(di-re-ziò-ne) n.f. Parte verso cui si muove od è rivolta una persona od una cosa, andare in una stessa direzione.

disidratazione
(di-si-dra-ta-ziò-ne) n.f. Perdita di liquidi organici che provoca disfunzioni fisiologiche dell’organismo.
disincentivazione
(di-sin-cen-ti-va-ziò-ne) n.f. Atto del disincentivare, dello scoraggiare.
dissimilazione
(dis-si-mi-la-ziò-ne) n.f. Processo per il quale due suoni simili, trovandosi vicini, tendono a differenziarsi, pellegrino-peregrino.
dolcificazione
(dol-ci-fi-ca-ziò-ne) n.f. Operazione del dolcificare, del zuccherare.
effettuazione
(ef-fet-tua-ziò-ne) n.f. Attuazione, realizzazione.

epurazione
(e-pu-ra-ziò-ne) n.f. Estromissione da una collettività di elementi ritenuti indegni.
esarazione
(e-sa-ra-ziò-ne) n.f. Azione erosiva che un ghiacciaio, con il suo lento movimento di discesa, esercita sulle rocce.
esautorazione
(e-sau-to-ra-ziò-ne) n.f. Privazione dell’autorità.
essiccazione
(es-si-ca-ziò-ne) n.f. Operazione che consente l’eliminazione parziale o totale dell’umidità contenuta da alcune sostanze.
estenuazione
(e-ste-nua-ziò-ne) n.f. Estrema spossatezza.

esulcerazione
(e-sul-ce-ra-ziò-ne) n.f. A Piaga, ulcera superficiale. B Inasprimento.
evacuazione
(e-va-cua-ziò-ne) n.f. A Defecazione. B Evacuamento.
farneticazione
(far-ne-ti-ca-ziò-ne) n.f. Atto del farneticare, dello sragionare.
fatturazione
(fat-tu-ra-ziò-ne) n.f. Operazione del fatturare.
felicitazione
(fe-li-ci-ta-ziò-ne) n.f. Atto e parole del felicitarsi, del congratularsi.

fiscalizzazione
(fi-sca-liz-za-ziò-ne) n.f. Trasferimento a carico dello stato di alcuni tributi.
fissazione
(fis-sa-ziò-ne) n.f. A Operazione del fissare. B Idea ossessiva, ostinata.
fornicazione
(for-ni-ca-ziò-ne) n.f. Illecita relazione carnale.
frazione
(fra-ziò-ne) n.f. A Parte staccata di un tutto. B Espressione composta da due numeri interi che indicano quali e quanti parti dell’unità vengono considerate. C Borgata di un comune priva di uffici comunali.
fulminazione
(ful-mi-na-ziò-ne) n.f. Atto del fulminare, del folgorare.

furbacchione
(fur-bac-chiò-ne) n.m. A Accrescitivo di furbo. B Persona assai furba ed accorta.
gemmazione
(gem-ma-ziò-ne) n.f. Formazione di gemme sulle piante.
generalizzazione
(ge-ne-ra-liz-za-ziò-ne) n.f. Attribuzione di una validità generale.
gigione
(gi-giò-ne) n.m. Persona vanitosa, spesso presuntuosa, che cerca di primeggiare ponendosi al centro dell’attenzione.
illazione
(il-la-ziò-ne) n.f. A Giudizio privo di fondamento. B Conclusione, talora arbitraria, dedotta da una o più premesse.

imbroglione
(im-bro-gliò-ne) n.m. Chi imbroglia, chi raggira gli altri.
immaginazione
(im-ma-gi-na-ziò-ne) n.f. Facoltà di pensare liberamente e di associare i dati dell’esperienza.
impaginazione
(im-pa-gi-na-ziò-ne) n.f. Operazione dell’impaginare.
incorrezione
(in-cor-re-ziò-ne) n.f. L’essere incorretto.
inflazione
(in-fla-ziò-ne) n.f. A Rialzo generalizzato dei prezzi. B Abbondanza od eccessiva diffusione di qcs.

iniezione
(i-nie-ziò-ne) n.f. Operazione con cui si immette un farmaco direttamente nel sangue o in altri tessuti, mediante apposito ago cavo, anche, il farmaco stesso così iniettato o da iniettare, iniezione sottocutanea.
inseminazione
(in-se-mi-na-ziò-ne) n.f. Deposizione del seme maschile negli organi genitali femminili, in modo da ottenere la fecondazione dell’ovulo. Può compiersi per via naturale od artificiale.
inspirazione
(in-spi-ra-ziò-ne) n.f. Fase della respirazione, durante la quale l’aria viene immessa nell’apparato respiratorio.
interazione
(in-te-ra-ziò-ne) n.f. Influenza reciproca di fenomeni, di persone, di sostanze.
interpolazione
(in-ter-po-la-ziò-ne) n.f. Determinazione di valori intermedi di una grandezza in base a valori noti.

intonazione
(in-to-na-ziò-ne) n.f. A Suono per accordare gli strumenti. B Modulazione della voce nel pronunciare le parole.
intossicazione
(in-tos-si-ca-ziò-ne) n.f. Stato morboso causato da sostanze tossiche all’organismo.
inumazione
(i-nu-ma-ziò-ne) n.f. Seppellimento di cadaveri.
labializzazione
(la-bia-liz-za-ziò-ne) n.f. Suono pronunciato, oltre che con la solita posizione degli organi fonatori, con le labbra arrotondate e protese.
lapidazione
(la-pi-da-ziò-ne) n.f. Uccisione di qualcuno mediante lancio di pietre.

legislazione
(le-gi-sla-ziò-ne) n.f. A Il complesso delle leggi di uno stato. B il complesso delle leggi e/o norme che regolano un determinato settore della vita sociale.
occultazione
(oc-cul-ta-ziò-ne) n.f. Azione e risultato dell’occultare, del nascondere.
omologazione
(o-mo-lo-ga-ziò-ne) n.f. Approvazione, convalida.
operazione
(o-pe-ra-ziò-ne) n.f. A Azione che si prefigge uno scopo, che tende a produrre un effetto. B intervento chirurgico. C Procedimento di calcolo con i numeri od altri enti astratti.
orazione
(o-ra-ziò-ne) n.f. A Preghiera. B Discorso di stile eloquente, tenuto in pubblico.

orchestrazione
(or-che-stra-ziò-ne) n.f. Composizione delle parti dei vari strumenti musicali in un’orchestra.
ovazione
(o-va-ziò-ne) n.f. A Grido plaudente e prolungato. B Acclamazione.
palificazione
(pa-li-fi-ca-ziò-ne) n.f. L’insieme dei pali che consolidano le fondamenta di un edificio.
panificazione
(pa-ni-fi-ca-ziò-ne) n.f. Lavorazione del pane.
pellegrinazione
(pel-le-gri-na-ziò-ne) n.f. L’andare per devozione o penitenza in un luogo considerato sacro.

perequazione
(pe-re-qua-ziò-ne) n.f. Equa distribuzione.
perfusione
(per-fu-siò-ne) n.f. In medicina, introduzione di sostanze medicamentose attraverso la circolazione sanguigna, in tutto l’organismo od in zone delimitate di esso.
perpetuazione
(per-pe-tua-ziò-ne) n.f. Azione e risultato del perpetuare, dell’eternare, del tramandare.
pietrificazione
(pie-tri-fi-ca-ziò-ne) n.f. Azione e risultato del pietrificare, del paralizzare.
preformazione
(pre-for-ma-ziò-ne) n.f. Atto del formare in anticipo.

preselezione
(pre-se-le-ziò-ne) n.f. Selezione preliminare, gare di preselezione.
proclamazione
(pro-cla-ma-ziò-ne) n.f. Riconoscimento solenne.
profusione
(pro-fu-siò-ne) n.f. A Azione e risultato del profondere. Una grande profusione di lacrime. B Una eccessiva larghezza nel donare, nello spendere. Enorme profusione di ricchezze.
promulgazione
(pro-mul-ga-ziò-ne) n.f. Atto con cui il presidente della Repubblica o il presidente di una Giunta regionale, dichiarano formalmente valida e operante una nuova legge.
propagginazione
(pro-pag-gi-na-ziò-ne) n.f. Sistema di riproduzione delle piante, ottenuta curvando e soterrando un pollone in modo im modo che emerga la punta e la parte soterrata emetta radici.

radicazione
(ra-di-ca-ziò-ne) n.f. A Il mettere le radici. B L’insieme e la disposizione delle radici di una pianta.
radiostazione
(ra-dio-sta-ziò-ne) n.f. Stazione radiotrasmittente.
rastremazione
(ra-stre-ma-ziò-ne) n.f. Riduzione progressiva, dal basso verso l’alto, del diametro o dello spessore di una struttura portante.
rateizzazione
(ra-te-iz-za-ziò-ne) n.f. Detrminazione dell’importo e della scadenza delle rate.
razione
(ra-ziò-ne) n.f. Porzione di qualcosa, stabilita dall’autorità nazionale, di dare a ciascuno durante il periodo di razionamento.

ricapitolazione
(ri-ca-pi-to-la-ziò-ne) n.f. Riepilogo per sommi capi.
rifondazione
(ri-fon-da-ziò-ne) n.f. Atto del rifondare, del ricostruire, nuovamente.
rifrazione
(ri-fra-ziò-ne) n.f. Fenomeno ottico per cui un raggio di luce, passando attraverso due corpi di diversa densità, devia in corrispondenza della superficie di separazione.
rigenerazione
(ri-ge-ne-ra-ziò-ne) n.f. Ricostruzione, da parte di certi organismi animali o vegetali, di parti di tessuto od organi che hanno subito lesioni anche importanti.
rimunerazione
(ri-mu-ne-ra-ziò-ne) o remunerazione, n.f. A Atto e risultato del rimunerare, del remunerare, del ripagare. B La cosa con cui si rimunera o si remunera.

ripubblicazione
(ri-pub-bli-ca-ziò-ne) n.f. A Atto e risultato del ripubblicare B Nuova pubblicazione.
riqualificazione
(ri-qua-li-fi-ca-ziò-ne) n.f. Acquisizione di una nuova qualifica professionale, da parte di un lavoratore.
robotizzazione
(ro-bo-tiz-za-ziò-ne) n.f. Atto ed effetto dell’automatizzare, del robotizzare.
rotazione
(ro-ta-ziò-ne) n.f. Movimento circolare attorno a qcs. B Avvicendamento di persone o cose.
saponificazione
(sa-po-ni-fi-ca-ziò-ne) n.f. Operazione che trasforma i grassi e gli oli in sapone.

saturazione
(sa-tu-ra-ziò-ne) n.f. Massima concentrazione possibile di una sostanza.
schematizzazione
(sche-ma-tiz-zaziò-ne) n.f. Riduzione in forma schematica.
secrezione
(se-cre-ziò-ne) n.f. Attività di determinate cellule e ghiandole che consiste nel produrre particolari sostanze, come: enzimi, ormoni, muco, sudore, saliva ecc.
selezione
(se-le-ziò-ne) n.f. Scelta degli elementi migliori o che presentano determinate caratteristiche o che appaiono i più adatti per un determinato scopo, operare una selezione.
situazione
(si-tua-ziò-ne) n.f. A Condizione, stato attuale delle cose. B Circostanza o complesso di circostanze che inducono ad un certo comportamento. C La situazione patrimoniale di una aienda in un determinato momento.

sofisticazione
(so-fi-sti-ca-ziò-ne) n.f. Falsificazione fraudolenta di un prodotto.
sollecitazione
(sol-le-ci-ta-ziò-ne) n.f. A Richiesta di una rapida conclusione di qualcosa. B Forza o movimento applicato ad un corpo.
somministrazione
(som-mi-ni-stra-ziò-ne) n.f. Atto del somministrare, specialmente medicine.
sottalimentazione
(sot-ta-li-men-ta-ziò-ne) o sottoalimentazione, (sot-to-a-li-men-ta-ziò-ne), n.f. Alimentazione inadeguata al bisogno.
sottotitolazione
(sot-to-ti-to-la-ziò-ne) n.f. L’insieme dei sottotitoli.

specializzazione
(spe-cia-liz-za-ziò-ne) n.f. Acquisizione di una competenza specifica in un settore particolare dello scibile umano.
spocchione
(spoc-chiò-ne) n.m. Persona piena di spocchia, borioso.
locazione
(lo-ca-ziò-ne) n.f. Contratto con cui una parte concede ad un’altra il godimento di un bene per un certo tempo dietro un corrispettivo determinato.
magnificazione
(ma-gni-fi-ca-ziò-ne) n.f. Celebrazioni.
malformazione
(mal-for-ma-ziò-ne) n.f. A Irregolarità della struttura. B Alterazione della normale conformazione di un tessuto, di un corpo od una parte di esso.

manipolazione
(ma-ni-po-la-ziò-ne) n.f. A Lavorazioneo trattamento che viene eseguito con le mani. B Manovra per raggirare, per imbrogliare.
marpione
(mar-piò-ne) n.m. Persona furba, capace di approfittare di ogni situazione favorevole senza dare nell’occhio.
massificazione
(mas-si-fi-ca-ziò-ne) n.f. A Atto del massificare, del standardizzare, dello spersonalizzare. B Tendenza, nelle società industriali avanzate, all’uniformare i comportamenti e/o le concessioni.
mercificazione
(mer-ci-fi-ca-ziò-ne) n.f. Riduzioni di forme culturali ed artistiche a pure entità economiche intese come fonti di profitto..
minchione
(min-chiò-ne) 1 agg. Che è sciocco, ingenuo, credulone. 2 n.m. Colui che è sciocco, ingenuo, credulone.

misurazione
(mi-su-ra-ziò-ne) n.f. Rapporto esistente fra una grandezza ed un’altra, ad essa omogenea, considerata come unità di misura.
modificazione
(mo-di-fi-ca-ziò-ne) n.f. Cambiamento totale o parziale di qcs.
naturalizzazione
(na-tu-ra-liz-za-ziò-ne) n.f. Concessione od ottenimento della cittadinanza ad uno straniero.
nebulizzazione
(ne-bu-liz-za-zio-ne) n.f. A Operazione del nebulizzare, del vaporizzare. B Ridurre un liquido in piccolissime gocce e disperderlo in un mezzo gassoso. C Cospargere le piante di sostanze antiparassitarie nelulizzandole.
nocicezione
(no-ci-ce-ziò-ne) n.f. La sensibilità dei nocicettori, o recettori, agli stimoli dolorosi.

novazione
(no-va-ziò-ne) n.f. Estinzione di una obbligazione mediante sostituzione della vecchia con una nuova.
orinazione
(o-ri-na-ziò-ne) od urinazione, anche minzione, n.f. Emissione dell’orina o dell’urina.
ossidazione
(os-si-da-ziò-ne) n.f. Reazione chimica per cui una sostanza od un elemento si combina con l’ossigeno.
ostentazione
(o-sten-ta-ziò-ne) n.f. Esibizione intenzionalmente esagerata.
ottimizzazione
(ot-ti-miz-za-ziò-ne) n.f. Soluzione di un problema che comprenda i massimi guadagni ed i minimi rischi.

pacificazione
(pa-ci-fi-ca-ziò-ne) n.f. Rappacificazione, riconciliazione.
palpazione
(pal-pa-ziò-ne) n.f. Esame di un organo mediante le percezioni tattili e termiche delle mani.
pancione
(pan-ciò-ne) n.m. A Accrescitivo di pancia. B Ventre ingrossato per obesità, gravidanza od altra causa.
pavimentazione
(pa-vi-men-ta-ziò-ne) n.f. Azione e risultato del pavimentare, del lastricare.
permutazione
(per-mu-ta-ziò-ne) n.f. Scambio mediante permuta.

perturbazione
(per-tur-ba-ziò-ne) n.f. A Intenso turbamento dell’animo. B Variazione atmosferica, maltempo.
politicizzazione
(po-li-ti-ciz-za-ziò-ne) n.f. Azione e risultato del politicizzare, di sensibilizzare alle esigenze politiche.
polverizzazione
(pol-ve-riz-za-ziò-ne) n.f. Operazione del polverizzare, dello sbriciolare.
postazione
(po-sta-ziò-ne) n.f. A Tratto di terreno occupato da un pezzo di artiglieria. B Luogo di osservazione per cronisti od operatori televisivi.
posticipazione
(po-sti-ci-pa-ziò-ne) n.f. Rinvio ad un momento successivo.

prefabbricazione
(pre-fab-bri-ca-ziò-ne) n.f. Procedimento di costruzione che consiste nel preparare a parte gli elementi costruttivi in un posto attrezzato per questo e montarli successivamente in un altro diversamente organizzato.
prelazione
(pre-la-ziò-ne) n.f. Preferenza accordata per legge ad un determinato soggetto, a parità di condizione, ad acquistare un bene.
premeditazione
(pre-me-di-ta-ziò-ne) n.f. Azione e risultato dell’architettare, del macchinare, del premeditare.
preordinazione
(pre-or-di-na-ziò-ne) n.f. Azione e risultato del preordinare, del predisporre in anticipo.
prospezione
(pro-spe-ziò-ne) n.f. Complesso dei metodi usati per studiare la composizione litologica e la struttura del sottosuolo, anche, il grafico che raffigura il risultato di tali studi.

protrazione
(pro-tra-ziò-ne) n.f. Prolungamento o spostamento nel tempo.
putrefazione
(pu-tre-fa-ziò-ne) n.f. Decomposizione, con sviluppo di gas nauseanti, delle sostanze organiche
qualificazione
(qua-li-fi-ca-ziò-ne) n.f. Acquisizione, da parte del lavoratore, di una capacità tecnica e professionale.
quartazione
(quar-ta-ziò-ne) n.f. Aggiunta di argento all’oro, in modo da ottenere una lega con tre quarti del primo elemento ed un quarto del secondo.
realizzazione
(re-a-liz-za-ziò-ne) n.f. Attuazione pratica di qcs.

redazione
(re-da-ziò-ne) n.f. Ufficio in cui i redattori svolgono la loro attività.
relazione
(re-la-ziò-ne) n.f. A Modo di rapportarsi fra due o più cose. B Rapporto fra persone. C Rapporto, scritto od orale, su un dato argomento.
relegazione
(re-le-ga-ziò-ne) n.f. Allontanamento di qualcuno con l’obbligo di risiedere in una sede lontana.
respirazione
(re-spi-ra-ziò-ni) n.f.pl. Processo fondamentale di tutti gli esseri viventi.
rettificazione
(ret-ti-fi-ca-ziò-ne) n.f. A Atto e risultato del rettificarew. B Processo di distillazione per separare da una miscela un elemento allo stato puro. C In matematica, costruzione di un segmento di lunghezza pari a quella di un arco.

rieducazione
(ri-e-du-ca-ziò-ne) n.f. Nuova educazione.
riesumazione
(ri-e-su-ma-ziò-ne) n.f. A Disseppellimento. B Far rivivere, rendere attuale ciò che è stato dimenticato.
abdicazione
(ab-di-ca-ziò-ne) n.f. Abbandono, rinuncia.
acidificazione
(a-ci-di-fi-ca-ziò-ne) n.f. Operazione dell’acidificare.
aggiudicazione
(ag-giu-di-ca-ziò-ne) n.f. Assegnazione, attribuzione.

agglomerazione
(ag-glo-me-ra-ziò-ne) n.f. Processo di formazione degli agglomerati.
annotazione
(an-no-ta-ziò-ne) n.f. Appunto, commento, postilla.
anticipazione
(an-ti-ci-pa-ziò-ne) n.f. A Informazione data in anticipo. B Somma di denaro anticipata.
applicazione
(ap-pli-ca-ziò-ne) n.f. Azione e risultato dell’applicare.
approssimazione
(ap-pros-si-ma-ziò-ne) n.f. Scarto tra il valore reale e quello indicato dallo strumento.

armeggione
(ar-meg-giò-ne) n.m. Colui che armeggia; anche, maneggione, intrigante.
aspirazione
(a-spi-ra-ziò-ne) n.f. Vivo desiderio di conseguire qcs.
assuefazione
(as-sue-fa-ziò-ne) n.f. Adattamento, abitudine a certe sostanze, tossiche o curative, da parte dell’organismo.
autoriparazione
(au-to-ri-pa-ra-ziò-ne) n.f. A Riparazione di autoveicoli. B L’officina ove si eseguono queste riparazioni.
autostazione
(au-to-sta-ziò-ne) n.f.pl. A Stazione per autobus. B Stazione per il rifornimento e/o la riparazione di autoveicoli.

bestione
(be-stiò-ne) n.m. Accrescitivo di bestia.
canalizzazione
(ca-na-liz-za-ziò-ne) n.f. A Operazione del canalizzare. B L’insiene dei canali di un comprensorio.
canonizzazione
(ca-no-niz-za-ziò-ne) n.f. Solenne funzione religiosa, con la quale il papa proclama santo un beato.
caposezione
(ca-po-se-ziò-ne) n.f. e n.m. Chi in un ufficio pubblico dirige una sezione.
catalogazione
(ca-ta-lo-ga-ziò-ne) n.f. Compilazionr di un catalogo.

ciccione
(cic-ciò-ne) n.m. Una persona molto grassa.
citazione
(ci-ta-ziò-ne) n.f. A Atto processuale con cui si intima a qualcuno di presentarsi in giudizio. B Riproduione testuale di parole altrui.
cogitazione
(co-gi-ta-ziò-ne) n.f. Meditazioni, ponderazioni, riflessioni.
collaborazione
(col-la-bo-ra-ziò-ne) n.f. Effettuazione di qualcosa assieme ad altri, anche periodicamente..
colluttazione
(col-lu-ta-ziò-ne) n.f. Rissa violenta fatta corpo a corpo.

colorazione
(co-lo-ra-ziò-ne) n.f. Azione e risultato del colorare.
combustione
(com-bu-stiò-ne) n.f. Reazione chimica di un combustibile con un comburente, spesso con sviluppo di calore e di luce.
compitazione
(com-pi-ta-ziò-ne) n.f. Azione e risultato del compitare, del sillabare.
confezione
(con-fe-ziò-ne) n.f. A Ammissione di un reato, una colpa, una mancanza commessi, rendere piena confessione. B Nel cattolicesimo, parte del sacramento della penitenza consistente nell’accusa dei propri peccati al sacerdote per riceverne l’assoluzione.
connotazione
(con-no-ta-ziò-ne) n.f. Significato complessivo di una parola o di un enunciato che, in un determinato contesto, completa ed arrichisce di qualche sfumatura, il significato primario, mamma ha una connotazione più affettiva di madre.

considerazione
(con-si-de-ra-ziò-ne) n.f. A Esame attento ed accurato. B Godere di buona reputazione.
consociazione
(con-so-cia-ziò-ne) n.f. A Unione di due o più società. B Coltivazione contemporanea di due colture sullo stesso terreno
copulazione
(co-pu-la-ziò-ne) n.f. Unione sessuale.
correzione
(cor-re-ziò-ne) n.f. Il correggere, l’essere corretto, la correzione di un’abitudine, in particolare, la modificazione apportata ad un testo per correggerlo o per migliorarlo, anche il segno od i segni fatti a questi fini, la correzione dei compiti, delle bozze.
cremazione
(cre-ma-ziò-ne) n.f. Procedimento con il quale un cadavere viene ridotto in cenere.

decantazione
(de-can-ta-ziò-ne) n.f. Sedimentazione e conseguente separazione di un solido da un liquido.
decapitazione
(de-ca-pi-ta-ziò-ne) n.f. Taglio della testa.
decelerazione
(de-ce-le-ra-ziò-ne) n.f. Diminuzione della velocità.
defenestrazione
(de-fe-ne-stra-ziò-ne) n.f. A Uccisione di qualcuno gettandolo dalla finestra. B Brusco allontanamento da una carica importante.
deflorazione
(de-flo-ra-ziò-ne) n.f. Lacerazione della mucosa vaginale che chiude parzialmente l’orifizio della vagina, causata dal primo rapporto sessuale completo.

degradazione
(de-gra-da-ziò-ne) n.f. Pena, per ufficiali o sacerdoti, consistente nella perdita dei gradi o dell’abito ecclesiastico, per ignominia.
delezione
(de-le-ziò-ne) n.f. Alterazione genetica che causa la perdita di un segmento di cromosoma.
delusione
(de-lu-siò-ne) n.f. L’azione ed il risultato del deludere.
demotivazione
(de-mo-ti-va-ziò-ne) n.f. Mancanza di stimoli emotivi.
designazione
(de-si-gna-ziò-ne) n.f. Azione e risultato del designare, di nominare, qualcuno ad un incarico.

destabilizzazione
(de-sta-bi-liz-za-ziò-ne) n.f.
detestazione
(de-te-sta-ziò-ne) n.f. Esecrazione, odio.
deumidificazione
(deu-mi-di-fi-ca-ziò-ne) n.f. Azione e risultato del deumidificare, del togliere l’umidità.
digradazione
(di-gra-da-ziò-ne) n.f. Graduale attenuazione di un fenomeno.
diramazione
(di-ra-ma-ziò-ne) n.f. A Suddivisione in due o più derivazioni. B Punto in cui un fiume, una pianta od una via si diramano.

dissacrazione
(dis-sa-cra-ziò-ne) n.f. Critica radicale ed irriverente.
disseminazione
(dis-se-mi-na-ziò-ne) n.f. Dispersione dei semi che assicura la riproduzione della specie.
prolificazione
(pro-li-fi-c-aziò-ne) n.f. Moltiplicazione, dare vita ad altri individui della stessa specie.
protezione
(pro-te-ziò-ne) n.f. Attività di chi protegge o difende, protezione civile, protezione della natura, dei beni artistici.
pullulazione
(pul-lu-la-ziò-ne) n.f. Azione e risultato del pullulare, dell’apparire in gran quantità

quantificazione
(quan-ti-fi-ca-ziò-ne) n.f. Valutazione in termini di quantità.
rassegnazione
(ras-se-gna-ziò-ne) n.f. A Disposizione d’animo di chi è pronto ad accettare la volontà altrui o l’ineluttabile. B Rinuncia ad un incarico.
rassicurazione
(ras-si-cu-ra-ziò-ne) n.f. Atto e risultato del rassicurare, del tranquillizzare.
recitazione
(re-ci-ta-ziò-ne) n.f. A Atto del recitare. B Arte o tecnica del recitare.
recriminazione
(re-cri-mi-na-ziò-ne) n.f. A Ritorsione di un’accusa. B Lagnanza, lamentela.

reinfezione
(re-in-fe-ziò-ne) n.f. Nuova infezione, infezione successiva ad un’altra.
reiterazione
(re-i-te-ra-ziò-ne) n.f. Replica, ripetizione.
remunerazione
(re-mu-ne-ra-ziò-ne) o rimunerazione, n.f.pl. Atto e risultato del remunerare, rimunerare, del ripagare. B La cosa con cui si remunera o si rimunera.
resezione
(re-se-ziò-ne) n.f. Asportazione chirurgica di un organo o di parte di esso, resezione gastrica.
rielaborazione
(ri-e-la-bo-ra-ziò-ne) n.f. Elaborazione di qualcosa con nuovi criteri.

rifusione
(ri-fu-siò-ne) n.f. Il fondere una seconda volta.
rilevazione
(ri-le-va-ziò-ne) n.f. A Raccolta di dati per uno studio statistico. B Rilevamento.
riorganizzazione
(ri-or-ga-niz-za-ziò-ne) n.f. nuova o migliore organizzazione.
ripristinazione
(ri-pri-sti-na-ziò-ne) n.f. Azione del ripristinare, del ricostruire, del ristrutturare.
scintillazione
(scin-til-la-ziò-ne) n.f. A Atto ed effetto delle scintillare. B Scintillio.

scongiurazione
(scon-giu-ra-ziò-ne) n.f. A Allontanamento di avversità, di spiriti maligni. B Esorcizzare.
scorrezione
(scor-re-ziò-ne) n.f. Errore, scorrettezza, scorrezione grammaticale.
separazione
(se-pa-ra-ziò-ne) n.f. A Allontanamento, distacco. B Condizione di chi è separato.
smagnetizzazione
(sma-gne-tiz-za-ziò-ne) n.f. Eleminazione del magnetismo.
soffocazione
(sof-fo-ca-ziò-ne) n.f. Soffocamento, oppressione, repressione.

sopredificazione
(so-pre-di-fi-ca-ziò-ne) o sopraedificazione, (so-pra-e-di-fi-ca-ziò-ne), n.f. Edificare sopra l’edificio esistente.
soprelevazione
(so-pre-le-va-ziò-ne) o sopraelevaziòne, (so-pra-e-le-va-ziò-ne), n.f. Parte soprelevata o sopraelevata, sopralzo.
sottoccupazione
(sot-toc-cu-pa-ziò-ne) o sottooccupazione, (sot-to-oc-cu-pa-ziò-ne), n.f. Utilizzazione parziale delle forze lavoro disponibili in un sistema economico.
stabulazione
(sta-bu-la-ziò-ne) n.f. Sistema di allevamento nel bestiame nelle stalle.
stazione
(sta-ziò-ne) n.f. A Complesso degli impianti necessari all’espletamento del traffico passeggeri e merci. B Anticamente, luogo attrezzato per il cambio dei cavalli. C Località di villeggiatura e soggiorno.

stimolazione
(sti-mo-la-ziò-ne) n.f. Azione di uno stimolo ad una terminazione nervosa.
stratificazione
(stra-ti-fi-ca-ziò-ne) n.f. Suddivisione di una roccia in strati.
teleselezione
(te-le-se-le-ziò-ne) n.f. Sistema di trasmissione telefonica che, mediante la composione di alcuni numeri, prefisso, prima del numero dell’apparecchio da chiamare, permette il collegamento diretto, senza l’interposizione di un centralino, con apparecchi di altra rete urbana o anche di paesi esteri.
tergiversazione
(ter-gi-ver-sa-ziò-ne) n.f. Azione del tergiversare, del prendere tempo, temporeggiare.
titillazione
(ti-til-la-ziò-ne) n.f. Azione del titillare, del solleticare leggermente.

titolazione
(ti-to-la-ziò-ne) n.f. Determinazione del titolo.
trabeazione
(tra-be-a-ziò--ne) n.f. Struttura architettonica orizzontale sostenuta da colonne.
vacazione
(va-ca-ziò-ne) n.f. Disposizione o spinta interiore che spinge l’uomo ad operare determinate scelte della vita.
valorizzazione
(va-lo-riz-za-ziò-ne) n.f. Il conferire maggior valore a qualcuno od a qcs.
vaporizzazione
(va-po-riz-za-ziò-ne) n.f. Riduzione di una soluzione liquida in piccolissime goccioline in sospensione con apposito apparecchio.

variazione
(va-ria-ziò-ne) n.f. A Azione ed effetto del variare, del mutare, del trasformare. B In musica, Modificazione melodica, armonica, timbrica, espressiva, a cui è sottoposto un tema musicale.
vasodilatazione
(va-so-di-la-ta-ziò-ne) n.f. Aumento del calibro dei vasi sanguigni per rilascimento delle fibre muscolari.
venerazione
(ve-ne-ra-ziò-ne) n.f. A Profondo rispetto, ammirazione, stima. B Atto di culto, adorazione.
ventilazione
(ven-ti-la-ziò-ne) n.f. A Dare aria ad un luogo chiuso. B Vento che spira. C Ricambio d’aria all’interno dei polmoni.
vocalizzazione
(vo-ca-liz-za-ziò-ne) n.f. Passare da un elemento consonantico ad una vocale.

diversificazione
(di-ver-si-fi-ca-ziò-ne) n.f. Azione e risultato del diversificare, del differenziare.
divinazione
(di-vi-na-ziò-ne) n.f. Nelle religioni primitive, l’arte del prevedere il futuro attraverso l’interpretazione dei segni che esprimono la volontà degli dei.
documentazione
(do-cu-men-ta-ziò-ne) n.f. A Prova che si fonda su documenti. B L’insieme dei documenti richiesti per provare qcs.
dormiglione
(dor-mi-gliò-ne) n.m. Chi ama dormire molto; anche, poltrone, pigrone.
eiezione
(e-ie-ziò-ne) n.f. A Espulsione, specialmente rapida e violenta. B Espulsione di lava e materiali piroclastici dal condotto di un vulcano.

elettrizzazione
(e-let-triz-za-ziò-ne) n.f. A Atto, effetto dell’elettrizzare. B Agitazione, stato di nervosismo.
emanazione
(e-ma-na-ziò-ne) n.f. A Esalazione. B Atto con cui un’autorità pubblica emette leggi o simili. C Fase di un vulcano che emette sol gas e vapori.
emarginazione
(e-mar-gi-na-ziò-ne) n.f. A Annotazione in margine. B Esclusione, estromissione da un gruppo.
equiparazione
(e-qui-pa-ra-ziò-ne) n.f. Mettere allo stesso piano, allo stesso livello.
erezione
(e-re-ziò-ne) n.f. A L’erigere, erezione di un edificio. B Inturgidimento di un organo erettile.

esacerbazione
(e-sa-cer-ba-ziò-ne) n.f. Aggravamento, esasperazione.
esalazione
(e-sa-la-ziò-ne) n.f. Emissione e diffusione di gas o vapori.
esaltazione
(e-sal-ta-ziò-ne) n.f. A Stato di anormale eccitazione. B Magnificazione delle virtù di qcn.
esasperazione
(e-sa-spe-ra-ziò-ne) n.f. Profondo risentimento, indignazione, che fa superare il limite della sopportazione.
escavazione
(e-sca-va-ziò-ne) n.f. Operazione dello scavare un terreno.

esitazione
(e-si-ta-ziò-ne) n.f. Indecisione, incertezza.
esportazione
(e-spor-ta-ziò-ne) n.f. Spedizione di prodotti all’estero.
evaporazione
(e-va-po-ra-ziò-ne) n.f. Passaggio dallo stao liquido a quello gassoso.
facilitazione
(fa-ci-li-ta-ziò-ne) n.f. Azione e risultato del facilitare, del rendere più semplice, specialmente economicamente.
fecondazione
(fe-con-da-ziò-ne) n.f. Fenomeno fondamentale della riproduzione sessuata degli esseri umani, degli animali e dei vegetali.

fibrillazione
(fi-bril-la-ziò-ne) n.f. A Alterazione del ritmo cardiaco. B Stato di sovraeccitazione.
flagellazione
(fla-gel-la-ziò-ne) n.f. Atto del flagellare, del fustigare. B Pena consistente nel percuotere con una sferza.
fondazione
(fon-da-ziò-ne) n.f. A Istituzione privata senza fine di lucro e con finalità culturali. B Struttura muraria affondata nel terreno.
formattazione
(for-mat-ta-ziò-ne) n.f. Procedura con la quale si predispone un dischetto, od altro supporto, a ricevere e memorizzare dei dati.
formulazione
(for-mu-la-ziò-ne) n.f. Enunciazione in termini precisi.

giustificazione
(giu-sti-fi-ca-ziò-ne) n.f. A Prova addotta a discolpa. B Documento che contiene tale prova.
glorificazione
(glo-ri-fi-ca-ziò-ne) n.f. Elevazioni alla gloria del paradiso dei beati.
idealizzazione
(i-de-a-liz-za-ziò-ne) n.f. Attribuzione alla realtà dei caratteri di ciò che è ideale.
identificazione
(i-den-ti-fi-ca-ziò-ne) n.f. Accertamento dell’identità di una persona.
imbalsamazione
(im-bal-sa-ma-ziò-ne) n.f. Azione e risultato dell’imbalsamare.

immolazione
(im-mo-la-ziò-ne) n.f. Riferito ad antiche religioni, rito di sacrificio con l’offerta di una vita.
impermeabilizzazione
(im-per-mea-bi-liz-za-ziò-ne) n.f. Procedimento dell’impermeabilizzare, del rendere impermeabile.
impostazione
(im-po-sta-ziò-ne) n.f. A Sistemazione delle strutture di una costruzione. B Introduzione delle lettere nell’apposita buca.
imprecazione
(im-pre-ca-ziò-ne) n.f. A Atto dell’imprecare. B Parola o frase con la quale si impreca.
indeterminazione
(in-de-ter-mi-na-ziò-ne) n.f. Indecisione, irresolutezza.

indicazione
(in-di-ca-ziò-ne) n.f. A Atto dell’indicare, del designare. B Informazione, notizia.
indifferenziazione
(in-dif-fe-ren-zia-ziò-ne) n.f. Livellamento, pareggiamento.
industrializzazione
(in-du-stria-liz-za-ziò-ne) n.f. Trasformazione in senso industriale di un paese, di una zona, di un settore.
infatuazione
(in-fa-tua-ziò-ne) n.f. Esaltazione irragionevole, solitamente passeggera.
infezione
(in-fe-ziò-ne) n.f. Nel linguaggio comune, processo suppurativo, la ferita ha fatto infezione.

iniziazione
(i-ni-zia-ziò-ne) n.f. L’insieme dei riti e delle prove attraverso le quali si è ammessi in una società segreta od al culto di una religione.
interiezione
(in-te-rie-ziò-ne) n.f. Parte invariabile del discorso, anche parola, od espressione, che esprime un moto improvviso dell’animo, di meraviglia, dolore, gioia ecc., per esempio: oh!, ahi!, santo cielo!, evviva!, o che imita il verso di un animale, il rumore di un oggetto ecc.
intersezione
(in-ter-se-ziò-ne) n.f. A Luogo, punto in cui due cose si intersecano, troviamoci all’intersezione delle due strade. B Dati due insiemi A e B, dicesi intersezione, l’insieme avente come elementi quelli che appartengono sia all’uno sia all’altro.
intruglione
(in-trù-gliò-na) 1 n.f.pl. Coloro che sono solite fare intrugli; anche, coloro che mettono su imbrogli, intrighi, pasticci. 2 n.m. Chi è solito fare intrugli; anche, chi mette su imbrogli, intrighi, pasticci.
intrusione
(in-tru-siò-ne) n.f. Introduzione forzata od indebita di elementi estranei. I disordini sono stati provocati dall’intrusione di teppisti nelle file dei dimostranti.

irritazione
(ir-ri-ta-ziò-ne) n.f. Azione e risultato dell’irritare, dell’indispettire.
perspirazione
(per-spi-ra-ziò-ne) n.f. Eliminazione di acqua dal corpo attraverso la cute, indipendentemente dalla sudorazione.
ponderazione
(pon-de-ra-ziò-ne) n.f. Attenta riflessione.
porcaccione
(por-cac-ciò-ne) n.m. Persona sudicia, fisicamente o moralmente; anche, porcellone.
precettazione
(pre-cet-ta-ziò-ne) n.f. A Ordinare per mezzo di precetto. B Richiamare alle armi militari in congedo. C Requisire materiali od automezzi per le necessità dell’esercito in guerra.

predeterminazione
(pre-de-ter-mi-na-ziò-ne) n.f. Stabilire precedentemente .
predicazione
(pre-di-ca-ziò-ne) n.f. Atto del predicare.
pregustazione
(pre-gu-sta-ziò-ne) n.f. Gustare in anticipo.
prenotazione
(pre-no-ta-ziò-ne) n.f. A Accordo consistente nel fissare in precedenza qcs. B Documento che comprova tale accordo.
preservazione
(pre-ser-va-ziò-ne) n.f. Salvaguardia, difesa, protezione da danni.

procione
(pro-ciò-ne) n.m. Genere di piccoli mammiferi carnivori dal corpo corto e massiccio, con lunga coda ad anelli neri e grigi, pelliccia grigio-giallognola e mascherina nera sugli occhi. Sono diffusi nel continente americano e la specie più nota è il procione lavatore od orsetto lavatore così chiamato perché lava il cibo prima di mangiarlo.
programmazione
(pro-gram-ma-ziò-ne) n.f. Realizzazione di un programma.
prostrazione
(pro-stra-ziò-ne) n.f. A Stato di grande debolezza fisica o di profonda depressione morale o psichica. B Inchino profondo fino a terra. C Accasciamento.
protrusione
(pro-tru-siò-ne) n.f. In medicina, prominenza di un organo anatomico. Protrusione dei globi oculari. Protrusione labiale, avanzamento delle labbra nella fonazione.
puntualizzazione
pun-tua-liz-za-ziò-ne) n.f. A Precisazione atta a fare il punto di una questione. B Definire con precisione, chiarire, specificare.

radiazione
(ra-dia-ziò-ne) n.f. Forma di propagazione dell’energia elettromagnetica. B Cancellazione di un nome iscritto in un elenco professionale, generalmente per infamia od incompetenza.
rappacificazione
(rap-pa-ci-fi-ca-ziò-ne) n.f. Azione e risultato del pacificare, de riconciliare, del mettere pace.
rappresentazione
(rap-pre-sen-ta-ziò-ne) n.f. A Spettacolo teatrale o cinematografico. B Atto del rappresentare, del presentare o descrivere la realtà mediante figure od immagini matariali.
rarefazione
(ra-re-fa-ziò-ne) n.f. Diminuzione di densità, di frequenza, di intensità.
razionalizzazione
(ra-zio-na-liz-za-ziò-ne) n.f. A Azione e risultato del razionalizzare, del rendere razionale. Dell’ottimizzare. B In matematica, eliminazione dei radicali dai denominatori di una espressione matematica.

resurrezione
(re-sur-re-ziò-ne) o risurrezione, n.f. A Il ritornare alla vita dopo la morte, la resurrezione di Cristo, di Lazzaro. B Il rivivere, il ricostituirsi, il riapparire: la resurrezione di una tendenza.
riedificazione
(ri-e-di-fi-ca-ziò-ne) n.f. Nuova edificazione.
ritrazione
(ri-traz-iò-ne) n.f. Trazione all’indietro od all’interno.
ruminazione
(ru-mi-na-ziò-ne) n.f. Particolare tipo di digestione proprio dei ruminanti.
salivazione
(sa-li-va-ziò-ne) n.f. Produzione ed escrezione della saliva.

scarcerazione
(scar-ce-ra-ziò-ne) n.f. Liberazione di un detenuto dal carcere.
scarmiglione
(scar-mi-gliò-ne) n.m. Chi ha i capelli sempre arruffati, spettinati.
sconsacrazione
(scon-sa-cra-ziò-ne) n.f. Atto che priva un luogo, od un oggetto, del carattere sacro che gli era stato conferito con la consacrazione.
segmentazione
(seg-men-ta-ziò-ne) n.f. Divisione in segmenti.
semplificazione
(sem-pli-fi-ca-ziò-ne) n.f. Riduzione in forma semplice di ciò che complesso.

sintonizzazione
(sin-to-niz-za-ziò-ne) n.f. Operazione del sintonizzare, dell’armonizzarsi, del mettersi in sintonia.
sopraffazione
(so-praf-fa-ziò-ne) n.f. Violenta imposizione, sopruso.
sottovalutazione
(sot-to-va-lu-ta-ziò-ne) n.f. Valutazione inferiore a quella reale.
specificazione
(spe-ci-fi-ca-ziò-ne) n.f. Descrizione, indicazione, specifica particolareggiata.
speculazione
(spe-cu-la-ziò-ne) n.f. Operazione commerciale o finanziaria tendente a conseguire particolari guadagni, basata sul ribasso e sul rialzo dei prezzi.

starnutazione
(star-nu-ta-ziò-ne) n.f. Azione ed effetto dello starnutare, dello starnutire.
sterilizzazione
(ste-ri-liz-za-ziò-ne) n.f. Processo termico o chimico che distrugge tutti i germi ed i microrganismi viventi in un corpo od in una sostanza.
stranguglione
(stran-gù-gliò-ne) n.m. A Nome popolare di una malattia infettiva dei cavalli, detta in veterinaria adenite equina. B Senso di pienezza e di soffocamento per aver mangiato troppo rapidamente od in quantità eccessiva; anche, singhiozzo. Avere gli stranguglioni.
sudorazione
(su-do-ra-ziò-ne) n.f. Secrezione del sudore.
svalutazione
(sva-lu-ta-ziò-ne) n.f. Diminuzione del valore di una moneta nei confronti con le altre.

tartaglione
(tar-ta-gliò-ne) n.m. Chi tartaglia; anche, balbuziente.
telediffusione
(te-le-dif-fu-siò-ne) n.f. Diffusione di programmi televisivi.
termoregolazione
(ter-mo-re-go-la-ziò-ne) n.f. A Regolazione della temperatura. B Capacità di alcuni mammiferi di mantenere costante la temperatura interna del proprio corpo.
traslazione
(tra-sla-ziò-ne) n.f. A Trasportare da un luogo all’altro. B Moto del sole e di tutto il sistema solare verso la costellazione di Ercole.
ustione
(u-stiò-ne) n.f. In medicina, lesione dei tessuti cutanei, od anche dei tessuti profondi, determinata dal contatto con corpi a temperatura elevata o dall’azione di agenti fisici o chimici. Ustione di primo, secondo, terzo grado, a seconda che produca eritema, vesciche, necrosi.

stipulazione
(sti-pu-la-ziò-ne) n.f. Qualunque convenzione scrittanell’osservanza delle forme di legge.
strumentazione
(stru-men-ta-ziò-ne) n.f. Insieme degli strumenti necessari allo svolgimento di una attività.
stupefazione
(stu-pe-fa-ziò-ne) n.f. Atto di stupefare, sbalordimento.
subornazione
(su-bor-na-ziò-ne) n.f. Reato di offre denaro
surrogazione
(sur-ro-ga-ziò-ne) n.f. Atto del surrogare, del rimpiazzare, del subentrare, del sostituire.

telericezione
(te-le-ri-ce-ziò-ne) n.f. Ricezione di immagini e segnali a distanza.
testificazione
(te-sti-fi-caziò-ne) n.f. testimonianza.
tipizzazione
(ti-piz-za-ziò-ne) n.f. A Azione del tipizzare, dello standardizzare un prodotto. B Adeguamento ad un tipo.
trasfusione
(tra-sfu-siò-ne) n.f. Azione e risultato del trasfondere. Trasfusione del sangue, in medicina, immissione, nella corrente circolatoria di un individuo, del sangue di un altro individuo appartenente allo stesso gruppo sanguigno. Si pratica nei casi di emorragie, gravi anemie ecc.. Fare una trasfusione.
trasudazione
(tra-su-da-ziò-ne) n.f. A Azione ed effetto del trasudare. B Trasudamento di umori organici. C Trasudamento di umidità dai muri.

tubazione
(tu-ba-ziò-ne) n.f. Complesso di tubi, all’interno dei quali vengono convogliati dei fluidi.
turnazione
(tur-na-ziò-ne) n.f. A Avvicendamento. B Organizzazione del lavoro basata sui turni.
uniformazione
(u-ni-for-ma-ziò-ne) n.f. A Azione od effetto dell’uniformare o dell’uniformarsi. B Adattamento, adeguamento.
vetrificazione
(ve-tri-fi-ca-ziò-ne) n.f. A Trasformazione in vetro. B Assunzione di aspetto e consistenza vitrea.
vinificazione
(vi-ni-fi-ca-ziò-ne) n.f. Trasformazione del mosto in vino.

volgarizzazione
(vol-ga-riz-za-ziò-ne) n.f. Atto del volgarizzare, del divulgare, del diffondere.
maleducazione
(ma-le-du-ca-ziò-ne) n.f. Comportamento da maleducato.
masturbazione
(ma-stur-ba-ziò-ne) n.f. Atto del masturbare, del manipolare i genitale al fine di provocare piacere.
memorizzazione
(me-mo-riz-za-ziò-ne) n.f. Capacità della mente di riprodurre concetti, idee ed immagini dal vissuto.
menomazione
(me-no-ma-ziò-ne) n.f. Danno fisico o morale.

militarizzazione
(m-li-ta-riz-za-ziò-ne) n.f. Adeguamento alla disciplina di tipo militare.
minorazione
(mi-no-ra-ziò-ne) n.f. Diminuzione delle facoltà corporeeod intellettuali.
miscelazione
(mi-sce-la-ziò-ne) n.f. Operazione del miscelare, miscelatura.
mitizzazione
(mi-tiz-za-ziò-ne) n.f. Attribuzione di un valore mitico.
mobilitazione
(mo-bi-li-ta-ziò-ne) n.f. Attuazione dei provvedimenti necessari ad affrontare una condizione di guerra.

municipalizzazione
(mu-ni-ci-pa-liz-za-ziò-ne) n.f. L’insieme dele aziende municipalizzate di un dato territorio.
nidificazione
(ni-di-fi-ca-ziò-ne) n.f. Azione e risultato del nidificare.
nobilitazione
(no-bi-li-ta-ziò-ne) n.f. A Elevazione al grado di nobile. B Elevazione spirituale e morale.
notificazione
(no-ti-fi-ca-ziò-ne) n.f. Meccanismo processuale per la comunicazione integrale di un atto scritto.
obbiezione
(ob-bie-ziò-ne) od obiezione, (o-bie-ziò-ne), n.f. Argomento con cui si obietta, con cui si contrasta un’opinione, una dottrina e simili, un’obiezione fondata.

occlusione
(oc-clu-siò-ne) n.f. Azione e risultato dell’occludere, del chiudere. Occlusione intestinale, in medicina, stato patologico causato dall’arresto, parziale o totale, della progressione del contenuto dell’intestino.
omogeneizzazione
(o-mo-ge-neiz-za-ziò-ne) n.f. Operazione dell’omogeneizzare, dell’uniformare.
ondulazione
(on-du-la-ziò-ne) n.f. Azione dell’ondulare, del rendere ondulato, dell’oscillare.
partecipazione
(par-te-ci-pa-ziò-ne) n.f. A Attiva presenza ad un avvenimento che interessa. B Biglietto con il quale si comunicano matrimoni, nascite, battesimi e simili.
pasturazione
(pa-stu-ra-ziò-ne) n.f. Atto di gettare la pastura ai pesci.

penetrazione
(pe-ne-tra-ziò-ne) n.f. A Azione e risultato del penetrare, dell’introdurre. B Capacità di comprendere a fondo qualcosa.
peregrinazione
(pe-re-gri-na-ziò-ne) n.f. Vagabondaggio.
perorazione
(pe-ro-ra-ziò-ne) n.f. A Discorso in difesa. B Parte finale di una orazione nella quale l’oratore cerca di commuovere chi l’ascolta.
pianificazione
(pia-ni-fi-ca-ziò-ne) n.f. Programmazione dell’attività economica specialmente con l’intervento dello stato.
preconizzazione
(pre-co-niz-za-ziò-ne) n.f. A Azione e risultato del preconizzare, del preannunciare. B Atto solenne con il quale il papa annuncia in concistori la nomino di un nuovo vescovo o cardinale.

prefigurazione
(pre-fi-gu-ra-ziò-ne) n.f. Rappresentazione simbolica di cose, persone od eventi futuri.
pressurizzazione
(pres-su-riz-za-ziò-ne) n.f. Operazione con la quale un ambiente viene tenuto ad una pressione interna superiore a quella esterna.
progettazione
(pro-get-ta-ziò-ne) n.f. Realizzazione di un progetto.
prolusione
(pro-lu-siò-ne) n.f. A Discorso introduttivo ad una serie di lezioni o conversazioni. B Lezione inaugurale che un professore universitario tiene nell’assumere la cattedra o nell’iniziare il suo insegnamento in una nuova sede; anche, discorso che apre il nuovo anno accademico.
quadruplicazione
(qua-dru-pli-ca-ziò-ne) n.f. A Azione e risultato del quadruplicare. B Moltiplicare per quattro. C Aumentare di quattro volte.

raccomandazione
(rac-co-man-da-ziò-ne) n.f. A Consiglio, esortazione. B Segnalazione di qualcuno, all’attenzione di altri, perchè un terzo soggetto venga favorito in un concorso, in un esame e simili.
raffigurazione
(raf-fi-gu-ra-ziò-ne) n.f. Rappresentazione simbolica.
raffinazione
(raf-fi-na-ziò-ne) n.f. Operazione con la quale si tende a rendere pura una sostanza grezza.
registrazione
(re-gi-stra-ziò-ne) n.f. A Annotazione su un registro. B Messa a punto di qcs. C Trasmissione registrata e trasmessa in differita.
reintegrazione
(re-in-te-gra-ziò-ne) n.f. A Ricostruzione di qualcosa dello stato precedente. B Ricollocazione di qualcuno nell’occupazione, nell’ufficio precedente.

riabilitazione
(ri-a-bi-li-ta-ziò-ne) n.f. A Ritorno ad una normale attività fisica. B Reintegrazione nella stima e nella considerazione perduta o compromessa.
ricorrezione
(ri-cor-re-ziò-ne) n.f. Nuova correzione, anche, la parte ricorretta di un testo, di uno scritto.
ricreazione
(ri-crea-ziò-ne) n.f. A Nuova ricreazione. B Ristoro, pausa tra un periodo di lavoro e l’altro.
riformazione
(ri-for-ma-ziò-ne) n.f. Nuova formazione.
ristorazione
(ri-sto-ra-ziò-ne) n.f. Allestimento e consegna su scala industriale di pasti completi per comunità.

riunificazione
(ri-u-ni-fi-ca-ziò-ne) n.f. Azione ed effetto del riunificare, dell’unificare nuovamente.
rivalutazione
(ri-va-lu-ta-ziò-ne) n.f. Accrescimento del valore di qualcuno o di qualcosa mal valutato in precedenza.
rivelazione
(ri-le-va-ziò-ne) n.f. Divulgazione di ciò che non è noto o segreto: B Riferito a persona o cosa, aspetto che si rileva improvviso ed inaspettato e che produce una viva sorpresa.
riverberazione
(ri-ver-be-ra-ziò-ne) n.f. A Rifflessione della luce. B Irradiazione di calore.
saccarificazione
(sac-ca-ri-fi-ca-ziò-ne) n.f. Trasformazione dei carboidrati in zuccheri.

sbracione
(sbra-ciò-ne) n.m. Chi si vanta, spaccone, smargiasso.
sottrazione
(sot-tra-ziò-ne) n.f. A In matematica, operazione con la quale si calcola la differenza fra due quantità, la prima minuendo, la seconda sottraendo. B Il portar via.
livellazione
(li-vel-la-ziò-ne) n.f. Insieme delle operazioni che permettono di determinare il dislivello tra due punti del terreno.
mangione
(man-giò-ne) n.m. Chi abitualmente mangia molto o con avidità.
materializzazione
(ma-te-ria-liz-za-ziò-ne) n.f. Azione e risultato del materializzare, del concretare.

mattacchione
(mat-tac-chiò-ne) n.m. Persona allegra e bizzarra, amante degli scherzi.
meccanizzazione
(mec-ca-niz-za-ziò-ne) n.f. Trasformazione di una attività con l’introduzione e l’uso delle macchine.
mellificazione
(mel-li-fi-ca-ziò-ne) n.f. Detto delle api, azione e risultato del mellificare, del produrre miele.
mistificazione
(mi-sti-fi-ca-ziò-ne) n.f. Interpretazione tendenziosa e deformante di qcs.
monopolizzazione
(mo-no-po-liz-za-ziò-ne) n.f. Azione e risultato del monopolizzare, di porre tutto sotto la propria influenza, il proprio potere.

mutazione
(mu-ta-ziò-ne) n.f. Alterazione del normale assetto dei cromosomi che possono comportare modificazioni ereditarie nei caratteri dei discendenti.
nazionalizzazione
(na-zio-na-liz-za-ziò-ne) n.f. Rendere di proprietà statale un’attività privata.
negoziazione
(ne-go-zia-ziò-ne) n.f. A Atto del negoziare. B Trattativa.
offuscazione
(of-fu-sca-ziò-ne) n.f. Annebbiamento, oscuramento.
oggettivazione
(og-get-ti-va-ziò-ne) n.f. Realizzazione di una forma completa.

ornamentazione
(or-na-men-ta-ziò-ne) n.f. Insieme di elementi ornamentali.
ossificazione
(os-si-fi-ca-ziò-ne) n.f. Processo di trasformazione di un tessuto cartilagineo in osso.
ostinazione
(o-sti-na-ziò-ne) n.f. Persistenza in un proposito, caparbietà, cocciutaggine.
ovulazione
(o-vu-la-ziò-ne) n.f. A Emissione dell’ovulo dall’ovaio. B Periodo in cui ciò avviene.
pasticcione
(pa-stic-ciò-ne) n.m. Chi lavora in maniera disordinata; anche, chi agisce confusamente, ingarbugliando le cose o le idee.

percezione
(per-ce-ziò-ne) n.f. Atto della coscienza con cui si acquista consapevolezza di un oggetto esterno attraverso l’interpretazione degli stimoli sensoriali che da esso provengono o mediante un procedimento intuitivo, per estensione, la facoltà e l’attività del percepire, la percezione di un odore, di un sapore, oppure, la percezione del caldo, del freddo.
perforazione
(per-fo-ra-ziò-ne) n.f. Foratura da parte a parte di qcs.
pigmentazione
(pig-men-ta-ziò-ne) n.f. Metodo di tintura delle fibre tessili.
piscione
(pi-sciò-ne) n.m. Chi orina spesso o molto; in particolare, si dice talora, in modo scherzoso, di bambino piccolo.
plastificazione
(pla-sti-fi-ca-ziò-ne) n.f. Operazione del plastificare.

postdatazione
(post-da-ta-ziò-ne) o posdatazione, (po-sda-ta-ziò-ne), n.f. Atto od effetto del postdatare o del posdatare, di datare con una da posteriore a quella della stesura.
prefazione
(pre-fa-ziò-ne) n.f. Scritto che si premette ad un libro per dichiararne gli intendimenti,
premiazione
(pre-mia-ziò-ne) n.f. Atto del premiare.
preoccupazione
(pre-oc-cu-pa-ziò-ne) n.f. Stato d’animo di chi è in apprensione, in ansia e simili.
proiezione
(pro-ie-ziò-ne) n.f. A Azione e risultato del proiettare. B Trasmissione su uno schermo di immagini.

pubblicazione
(pub-bli-ca-ziò-ne) n.f. A Divulgazione o diffusione al pubblico a mezzo stampa o simile. B nell’uso comune, pubblicazioni di matrimonio.
purificazione
(pu-ri-fi-ca-ziò-ne) n.f. Liberazione da scorie ed impurità Rito con il quale si libera una persona od una cosa dallo stato di impurità per renderla degna della divinità.
ramificazione
(ra-mi-fi-ca-ziò-ne) n.f. Produzione e disposizione dei rami di una pianta.
ratificazione
(ra-ti-fi-ca-ziò-ne) n.f. Azione e risultato del ratificare, dell’approvare mediante ratifica, mediante conferma.
reclusione
(re-clu-siò-ne) n.f. In diritto, pena temporanea, da 15 giorni a 24 anni, restrittiva della libertà personale, prevista per i delitti commessi, da scontarsi in stabilimenti appositi, con l’obbligo del lavoro e dell’isolamento notturno. Essere condannato a tre anni di reclusione.

refrigerazione
(re-fri-ge-ra-ziò-ne) n.f. Procedimento atto a diminuire la temperatura.
regolazione
(re-go-la-ziò-ne) n.f. Operazione che serve a regolare, a mettere a punto qcs.
reiezione
(re-ie-ziò-ne) n.f. Atto con cui si respinge una domanda, un ricorso, reiezione di una proposta di legge.
reincarnazione
(re-in-car-na-ziò-ne) n.f. In alcune religioni Il trasmigrare dell’anima, dopo la morte, in un altro corpo umano, animale o vegetale.
reputazione
(re-pu-ta-ziò-ne) o riputazione, n.f. Opinione nei riguardi qi qualcuno o di qcs.

retrodatazione
(re-tro-da-ta-ziò-ne) n.f. Atto e risultato del retrodatare, dell’attribuire a qualcosa una data anteriore a quella, fino ad allora, ritenuta vera.
revocazione
(re-vo-ca-ziò-ne) n.f. Impugnazione di una sentenza già definitiva.
riacutizzazione
(ri-a-cu-tiz-za-ziò-ne) n.f. Atto e risultato del riacutizzare o del racutizzarsi.
riaffermazione
(ri-af-fer-ma-ziò-ne) n.f. Nuova affermazione.
riattivazione
(ri-at-ti-va-ziò-ne) n.f. Rispristino delle attività o del funzionamento di qcs.

ricompensazione
(ri-com-pen-sa-ziò-ne) n.f. Atto del ricompensare, del rimunerare, del ripagare.
riconciliazione
(ri-con-ci-lia-ziò-ne) n.f. Ristabilire una condizione di pace.
riconvocazione
(ri-con-vo-ca-ziò-ne) n.f. Nuova convocazione.
riepilogazione
(ri-e-pi-lo-ga-ziò-ne) n.f. Azione e risultato del riepilogare, del riassumere, del ricapitolare.
rievocazione
(ri-e-vo-ca-ziò-ne) n.f. Atto del rievocare, del commemorare.

ristrutturazione
(ri-strut-tu-ra-ziò-ne) n.f. A Trasformazione delle strutture nell’ambito industriale. B Opere di restauro e di riprestino di edifici.
rivaccinazione
(ri-vac-ci-na-ziò-ne) n.f. Nuova vaccinazione.
rottamazione
(rot-ta-ma-ziò-ne) n.f. Attività di recupero di materiale meccanico per le fonderie.
secolarizzazione
(se-co-la-riz-za-ziò-ne) n.f. Riduzione a vita laica di chi ha ricevuto gli ordini religiosi.
significazione
(si-gni-fi-ca-ziò-ne) n.f. Atto ed effetto del significare, del manifestare, del voler dire, del voler far intendere.

socializzazione
(so-cia-liz-za-ziò-ne) n.f. Processo di apprendimento ed adattamento alle norme sociali prevalenti.
soddisfazione
(sod-di-sfa-ziò-ne) n.f. A Addempimento di ciò che è dovuto ed/o richiesto. B Riparazione ad una offesa. C Compiacimento che prova chi è soddisfatto per un buon risultato, per un buon lavoro ecc.
sottosezione
(sot-to-se-ziò-ne) n.f. Ciascuno dei compartimenti in cui è ripartita una sezione.
spendaccione
(spen-dac-ciò-ne) n.m. Persona che spende smodatamente, con eccessiva facilità.
sperimentazione
(spe-ri-men-ta-ziò-ne) n.f. Attività dello sperimentare, del fare esperimenti a scopo scientifico.

sponsorizzazione
(spon-so-riz-za-ziò-ne) n.f. Azione ed effetto dello sponsorizzare, del patrocinare, del sostenere economicante.
stilizzazione
(sti-liz-za-ziò-ne) n.f. Azione ed effetto dello stilizzare, dello schematizzare, di rappresentare qualcosa con pochi tratti.
strutturazione
(strut-tu-ra-ziò-ne) n.f. Azione e risultato dello strutturare, del costruire secondo un certo ordine.
sudicione
(su-di-ciò-ne) 1 agg. A Che è molto sporco, o si sporca facilmente. B Che ha un comportamento volgare, osceno. 2 n.m. A Accrescitivo di sudicio. B Chi è molto sporco, o si sporca facilmente. C Chi ha un comportamento volgare, osceno.
supervalutazione
(su-per-va-lu-ta-ziò-ne) n.f. Valutazione eccessiva.

suriezione
(su-rie-ziò-ne) n.f. Corrispondenza univoca tra due insiemi, per cui, ad ogni elemento del secondo corrisponde almeno un elemento del primo.
tollerazione
(tol-le-ra-ziò-ne) n.f. Azione ed effeto del tollerare, del sopportare, del reggere.
transazione
(tran-sa-ziò-ne) n.f. A Accomodamento basato su compromessi. B Composizione contrattuale di un conflitto d’interessi tra due o più parti, per porre fine ad una lite.
traspirazione
(tra-spi-ra-ziò-ne) n.f. Secrezioni di umori, in forma liquida o gassosa, da un tessuto organico animale attraverso i pori.
ufficializzazione
(uf-fi-cia-liz-za-ziò-ne) n.f. A Rendere ufficiale ciò che è stato deciso. B Confermare in modo autorevole un fatto e le circostanze in cui si è verificato.

umiliazione
(u-mi-lia-ziò-ne) n.f. Avilente mortificazione.
vibrazione
(vi-bra-ziò-ne) n.f. Oscillazione di piccola ampiezza e di grande frequenza, tremolio.
videoregistrazione
(vi-de-o-re-gi-stra-ziò-ne) n.f. Registrazione mediante un video-registratore. B L’immagine, il programma così registrato.
visualizzazione
(vi-sua-liz-za-ziò-ne) n.f. Rappresentazione per mezzo di immagini.
vivificazione
(vi-vi-fi-ca-ziò-ne) n.f. A Animazione. B Conferimento di nuovo vigore.

rinnovazione
(rin-no-va-ziò-ne) n.f. Rinnovamento.
riparazione
(ri-pa-ra-ziò-ne) n.f. Azione volta a eliminare gli effetti negativi di un danno, di un’offesa o altro.
rivendicazione
(ri-ven-di-ca-ziò-ne) n.f. Richiesta del riconoscimento di un diritto su qcs.
rogazione
(ro-ga-ziò-ne) n.f. A Richiesta di uno o più privati ad un notaio, di redigere un documento per tutelare i propri interessi, nel rispetto dell’ordinamento giuridico. B Processioni penitenziali di popolazioni cristiane per il buon esito delle semine e dei raccolti.
semplicione
(sem-pli-ciò-ne) n.m. Accrescitivo di semplice.

sensazione
(sen-za-ziò-ne) n.f. A Stato elementare e non analizzabile della coscienza. B Impressione, presentimento.
sistemazione
(si-ste-ma-ziò-ne) n.f. A Collocazione in un alloggio adeguato. B Ordinamento in un sistema.
smilitarizzazione
(smi-li-ta-riz-za-ziò-ne) n.f. A Riocondizione alla vita civile di chi era stato chiamato al servizio militare. B Eliminazione di qualsiasi installazione militare
soggezione
(sog-ge-ziò-ne) o suggezione, n.f. Senso d’imbarazzo, di timoroso rispetto, di timidezza che si prova di fronte a persone importanti od in ambienti diversi dal proprio, incutere soggezione.
solidificazione
(so-li-di-fi-ca-ziò-ne) n.f. Passaggio di un corpo liquido a quello solido.

sopportazione
(sop-por-ta-ziò-ne) n.f. A capacità di reggere, sostenere. B Pazienza, tolleranza. C Atteggiamento di malcelata sufficienza.
sopravalutazione
(so-pra-va-lu-ta-ziò-ne) meglio sopravvalutazione, (so-prav-va-lu-ta-ziò-ne), n.f. Valutazione eccessiva.
sperequazione
(spe-re-qua-ziò-ne) n.f. A Mancanza di uniformità. B Incidenza ineguale e/o sproporzionato dell’onere tributario sui vari contribuenti.
spersonalizzazione
(sper-so-na-liz-za-ziò-ne) n.f. A Azione ed effetto dello spersonalizzare. B Privare o privarsi della personalità.
spione
(spiò-ne) n.m. Persona che ha l’abitudine, il vizio, di fare la spia.

spiritualizzazione
(spi-ri-tua-liz-za-ziò-ne) n.f. A Azione e risultato dello spiritualizzare o dello spiritualizzarsi. B Vedere soltanto sotto l’aspetto spirituale.
sublimazione
(sub-bli-ma-ziò-ne) n.f. A elevazione a grande onore. B Passaggio diretto dallo stoto solido a quello gassoso di una ssostanza.
suppurazione
(sup-pu-ra-ziò-ne) n.f. Processo infiammatorio con formazione di pus.
trasmutazione
(tra-smu-ta-ziò-ne) n.f. Cambiamento, mutamento, trasformazione.
triangolazione
(tri-an-go-la-ziò-ne) n.f. Operazione topografica mediante la quale si determina e si misura una rete di triangoli adiacenti, si fissano i loro vertici sul terreno, ed a questi vertici ci si riferisce nella costruzione di carte geografiche e/o topografiche.

tribolazione
(tri-bo-la-ziò-ne) n.f. Grave e continua sofferenza fisica o morale.
trisezione
(tri-se-ziò-ne) n.f. Divisione di un angolo o di un segmento in tre parti uguali.
tronfione
(tron-fiò-ne) n.m. A Accrescitivo di tronfio. B Persona boriosa, superba, soprattutto se grassa e grossa.
tumefazione
(tu-me-fa-ziò-ne) n.f. Aumento patologico di un organo o di una parte del corpo.
urbanizzazione
(ur-ba-niz-za-ziò-ne) n.f. Attività rivolta a Favorire lo sviluppo razionale di un centro abitato.

vacillazione
(va-cil-la-ziò-ne) n.f. Azione ed effetto del vacillare, del traballare.
valutazione
(va-lu-ta-ziò-ne) n.f. A Determinazione del valore. B calcolo approssimativo. C Giudizio attribuito al lavoro di un allievo.
verificazione
(ve-ri-fi-ca-ziò-ne) n.f. A verifica. B Accertamento.
volatilizzazione
(vo-la-ti-liz-za-ziò-ne) n.f. Evaporazione.
zonizzazione
(zo-niz-za-ziò-ne) n.f. Suddivisione di un’area urbane in zone.

vaccinazione
(vac-ci-na-ziò-ne) n.f. Inoculazione di un vaccino a scopo profilattico.
verminazione
(ver-mi-na-ziò-ne) n.f. Infestazione di vermi intestinali.
versificazione
(ver-si-fi-ca-ziò-ne) n.f. Atto, modo e tecnica del comporre versi.
vivisezione
(vi-vi-se-ziò-ne) n.f. Dissezione anatomica di animali vivi a scopo di studio, campagna contro la vivisezione.
ispezione
(i-spe-ziò-ne) n.f. Attento esame, visita di controllo per sorvegliare il comportamento di qualcuno, lo stato di qualcosa, l’andamento di una situazione.

iterazione
(i-te-ra-ziò-ne) n.f. A Ripetizione. B Procedura di calcolo che consiste nel ripetere più voltelo stesso procedimento. C Nell’arte di scrivere o del parlare, ripetizioni di concetti o frasi con intenti stilistici.
laminazione
(la-mi-na-ziò-ne) n.f. Produzione di semilavorati metallici mediante laminatoi.
lattazione
(lat-ta-ziò-ne) n.f. A Secrezione del latte dalle ghiandole mammarie. B Periodo di tempo nel quale tale secrezione permane.
legazione
(le-ga-ziò-ne) n.f. A Rappresentanza diplomatica presso uno stato straniero. B L’edificio in cui ha sede tale rappresentanza.
librazione
(li-bra-ziò-ne) n.f. Leggera oscillazione.

lievitazione
(lie-vi-ta-ziò-ne) n.f. Fermentazione e gonfiamento della pasta da pane o da dolci.
liquazione
(li-qua-ziò-ne) n.f. Separazione dei componenti di una lega durante il suo raffreddamento.
liquefazione
(li-que-fa-ziò-ne) n.f. Passaggio dallo stao solido a quello liquido.
lustrazione
(lu-stra-ziò-ne) n.f. A Nell’antica Roma. Rito di purificazione compiuto. B Nella liturgia cattoliba, rito di purificazione compiuto aspergendo con acqua benedetta.
manifestazione
(ma-ni-fe-sta-ziò-ne) n.f. A Dimostrazione pubblica che esprime una protesta od una richiesta. B Spettacolo a partecipazione pubblica. C Insorgenza di una malattia.

massimizzazione
(mas-si-miz-za-ziò-ne) n.f. A Azione e risultato del massificare, del rendere al massimo. B Scelta della migliore alternativa tra tutte quelle possibili.
mimetizzazione
i-me-tiz-za-ziò-ne), n.f. Mascheramento atto a nascondere qualcuno o qualcosa cun l’ambiente circostante.
moderazione
(mo-de-ra-ziò-ne) n.f. Contenimento, senso della misura.
moralizzazione
(mo-ra-liz-za-ziò-ne) n.f. Conformazione ai principi della morale.
mormorazione
(mor-mo-ra-ziò-ne) n.f. A Atto del mormorare. B Il fare maldicenza.

mortificazione
(mor-ti-fi-ca-ziò-ne) n.f. A Umiliazione che induce al sentimento di vergogna. B Pratica delle penitenze corporali.
motivazione
(mo-ti-va-ziò-ne) n.f. A Formulazione dei motivi che hanno indotto a compiere un atto. B Insieme delle cause che concorrono al comportamento esemplare od indelicato di una persona.
motorizzazione
(mo-to-riz-za-ziò-ne) n.f. Complesso delle tecniche inerenti l’uso dei veicoli a motore.
mutilazione
(mu-ti-la-ziò-ne) n.f. Perdita di una parte del corpo.
narcotizzazione
(nar-co-tiz-za-ziò-ne) n.f. Azione e risultato dell’addormentare, del narcotizzare, del drogare.

neutralizzazione
(neu-tra-liz-za-ziò-ne) n.f. Rendere vana, ineficace una azione opponendone una ugale e contraria.
numerazione
(nu-me-ra-ziò-ne) n.f. A Operazione del numerare. B Equenza di numeri progressivi.
ordinazione
(or-di-na-ziò-ne) n.f. Incarico dato ad una persona od ad una ditta, di fornire della merce od eseguire un lavoro.
orientazione
(o-rien-ta-ziò-ne) n.f. Posizione di qualcosa, rispetto ai punti cardinali.
oscillazione
(o-scil-la-ziò-ne) n.f. A Variazione periodica di una grandezza fisica. B variazione di tendenza.

otturazione
(ot-tu-ra-ziò-ne) n.f. A Operazione dell’otturare. B L’amalgama con cui è stato curato un dente.
penalizzazione
(pe-na-liz-za-ziò-ne) n.f. Svantaggio inflitto ad un concorrente, per condotta irregolare, in una gara sportiva.
percolazione
(per-co-la-ziò-ne) n.f. Passaggio lento di un liquido, dall’alto al basso, attraverso una massa filtrante solida.
perseverazione
(per-se-ve-ra-ziò-ne) n.f. Atto del perseverare, di avere costanza, fermezza, ostinazione nel fare o provare qcs.
polarizzazione
(po-la-riz-za-ziò-ne) n.f. Fenomeno capace di determinare, in un certo ente fisico, una polarità.

predestinazione
(pre-de-sti-na-ziò-ne) n.f. Corso degli avvenimenti gia definito in precedenza.
preparazione
(pre-pa-ra-ziò-ne) n.f. Predisposizione di quanto è necessario perchè qualcosa di nuovo sia pronto all’uso voluto.
prestidigitazione
(pre-sti-di-gi-ta-ziò-ne) n.f. Arte del prestigiatore.
prevaricazione
(pre-va-ri-ca-ziò-ne) n.f. Reato di chi abusa del proprio potere per trarne vantaggi personali.
procrastinazione
(pro-cra-sti-na-ziò-ne) n.f. Azione e risultato del procrastinare, del differire, del rimandare ad un prossimo futuro.

profanazione
(pro-fa-naz-iò-ne) n.f. Atto del profanare, del violare ciò che è sacro.
pronazione
(pro-na-ziò-ne) n.f. Movimento di rotazione dell’avambraccio verso l’interno.
propiziazione
(pro-pi-zia-ziò-ne) n.f. Atto inteso a rendere benevola una divinità con preghiere e/o sacrifici.
pulsazione
(pul-sa-ziò-ne) n.f. Manifestazione percepibile al tatto dell’espansione ritmica del cuore o delle arterie superficiali.
quotazione
(quo-ta-ziò-ne) n.f. A Atto del quotare, di fissare le misure di un oggetto. B Valutazione di una persona in base all’attività che svolge, al tenore di vita che tiene, ecc.

radiodiffusione
(ra-dio-dif-fu-siò-ne) n.f. Diffusione, mediante onde elettromagnetiche, di programmi radiofonici o televisivi.
radioricezione
(ra-dio-ri-ce-ziò-ne) n.f. Ricezione di segnali trasmessi mediante radioonde.
rateazione
(ra-tea-ziò-ne) n.f. Divisione in rate di un pagamento.
refezione
(re-fe-ziò-ne) n.f. A Ristoro dato dal cibo. B Il pasto fornito agli alunni nei collegi e in varie scuole, specialmente in quelle in cui l’attività continua nel pomeriggio, anche, mensa.
regolamentazione
(re-go-la-men-ta-ziò-ne) n.f.pl. Assoggettamento ad una disciplina

stabilizzazione
(sta-bi-liz-za-ziò-ne) n.f. Conferimento od acquisizione di stabilità.
subordinazione
(su-bor-di-na-ziò-ne) n.f. A Rapporto, relazione, stato di dipendenza. B Rapporto di dipendenza che lega alla proposizione principale di un periodo, tutte le altre.
tabulazione
(ta-bu-la-ziò-ne) n.f. Esposizione, sotto forma di tabella, dei dati di un’indagine.
terminazione
(ter-mi-na-ziò-ne) n.f. A Estremità, punto terminale. B Linguistica, la parte ultima o finale della parola.
torrefazione
(tor-re-fa-ziò-ne) n.f. A Procedimento con il quale una sostanza, sottoposta a secco ad alt temperatura, viene disidratata ed abbrustolita. B Tostatura.

triplicazione
(tri-pli-ca-ziò-ne) n.f. Atto od effetto del triplicare, del moltiplicare per tre.
ubicazione
(u-bi-ca-ziò-ne) n.f. Posizione di una costruzione in un complesso urbanistico.
unificazione
(u-ni-fi-ca-ziò-ne) n.f. A Riunione delle funzioni di due o più elementi in un solo organico insieme. B Standardizzazione.
vascolarizzazione
(va-sco-la-riz-za-ziò-ne) n.f. Distribuzione ed irrorazione dei vasi sanguigni in un tessuto.
vidimazione
(vi-di-ma-ziò-ne) n.f. Autentificazione, convalida di un documento.

violazione
(vi-o-la-ziò-ne) n.f. Inosservanza, trasgressione di una norma, di un obbligo.
vociferazione
(vo-ci-fe-ra-ziò-ne) n.f. Diffusione di notizie o voci spesso infondate.
vocione
(vo-ciò-ne) n.m. A Accrescitivo di voce. B Voce potente.
votazione
(vo-ta-ziò-ne) n.f. A Manifestazione della propria volontà. B Insieme dei voti conseguiti da uno studente.
regolarizzazione
(re-go-la-riz-za-ziò-ne) n.f. A Operazione che rende regolare qcs. B Il complesso delle normeche regolano una data materia.

replezione
(re-ple-ziò-ne) n.f. Riempimento, pienezza, replezione della vescica.
riassicurazione
(ri-as-si-cu-ra-ziò-ne) n.f. A Atto e risultato del riassicurare. B Contratto mediante il quale un assicuratore si assicura a sua volta presso un istituto assicurativo più potente, dividendo con quest’ul5timo i rischi ed i lucri dei suoi assistiti.
ricettazione
(ri-cet-ta-ziò-ne) n.f. Reato di chi acquista cose di provenienza illecita.
riprovazione
(ri-pro-va-ziò-ne) n.f. Disapprovazione, condanna.
riputazione
(ri-pu-ta-ziò-ne) o reputazione, n.f. Opinione nei riguardi qi qualcuno o di qcs.

roteazione
(ro-te-a-ziò-ne) n.f. Atto ed effetto del girare, del mulinare, del roteare.
salificazione
(sa-li-fi-ca-ziò-ne) n.f. trasformazione in un sale ottenuta mediante una reazione tra un acida ed una base.
scarnificazione
(scar-ni-fi-ca-ziò-ne) n.f. Eleminazione della carne attorno alle ossa.
scolarizzazione
(sco-la-riz-za-ziò-ne) n.f. Atto ed effetto dello scolarizzare, del combattere l’analfabetismo.
scritturazione
(scrit-tu-ra-ziò-ne) n.f. A Assunzione, mediante scrittura, di un attore o di un tecnico di spettacolo. B Copiatura di un testo per conto di altri. C Nel disegno tecnico, annotazioni scritte di cui il diseno è corredato.

secchione
(sec-chiò-ne) n.m. A Accrescitivo di secchio. B Nel gergo scolastico, alunno che perviene a buoni risultati grazie all’ostinata applicazione, pur senza brillare per intelligenza.
sedimentazione
(se-di-men-ta-ziò-ne) n.f. Deposizione spontanea o provocata, sul fondo del recipiente, di particelle che si trovano in sospensione in un fluido.
sezione
(se-ziò-ne) n.f. Ciascuna delle parti in cui è diviso un complesso, in particolare, un’unità amministrativa, giudiziaria, politica ecc.
sillabazione
(sil-la-ba-ziò-ne) n.f. Atto o modo del sillabare.
simulazione
(si-mu-la-ziò-ne) n.f. Finzione, che fa apparire ciò che in realtà non c’è.

sincronizzazione
(sin-cro-niz-za-ziò-ne) n.f. Conseguimento di una perfetta coincidenza o corrispondenza.
smitizzazione
(smi-tiz-za-ziò-ne) n.f. Privare del carattere di mito.
smobilitazione
(smo-bi-li-ta-ziò-ne) n.f. Complesso delle operazione per smobilitare, del portare i reparti militari precedentemente mobilitati, in assetto di pace.
sollevazione
(sol-le-va-ziò-ne) n.f. A Innalzamento. B Insurrezione, rivolta armata.
sopraffusione
(so-praf-fu-siò-ne) o soprafusione, (so pra-fu-siò-ne), n.f. In fisica, fenomeno per cui un liquido, in particolari condizioni, resta nel suo stato anche se raffreddato ad una temperatura inferiore a quella del suo punto di solidificazione.

sottofondazione
(sot-to-fon-fa-ziò-ne) n.f. Parte inferiore delle fondazioni, costituita da uno strato di calcestruzzo a basso dosaggio di cemento, ed usata per livellare la parte di appoggio della fondazione vera e propria.
sovralimentazione
(so-vra-li-men-ta-ziò-ne) n.f. Nutrizione eccessiva
spiegazione
(spie-ga-ziò-ne) n.f. Chiarimento di ciò che presenta difficoltà di comprensione.
sporcaccione
(spor-cac-ciò-ne) 1 agg. Che è molto sporco, che non si cura della pulizia propria e delle cose di cui fa uso. 2 n.m. Chi è molto sporco, chi non si cura della pulizia propria e delle cose di cui fa uso.
stagnazione
(sta-gna-ziò-ne) n.f. Fase di arresto nello sviluppo.

standardizzazione
(stan-dar-diz-za-ziò-ne) n.f. Conformazione a modelli standard.
statalizzazione
(sta-ta-liz-za-ziò-ne) n.f. Operazione del trasferire sotto il controllo dello statola proprietà e la gestione imprese e/o servizi precedentemente in mano ai privati.
statizzazione
(sta-tiz-za-ziò-ne) n.f. Operazione del trasferire sotto il controllo dello statola proprietà e la gestione imprese e/o servizi precedentemente in mano ai privati.
straccione
(strac-ciò-ne) n.m. Chi indossa abiti stracciati, logori.
strangolazione
(stran-go-la-ziò-ne) n.f. Strangolamento.

supinazione
(su-pi-na-ziò-ne) n.f. Atto di rivoltare la mano con il palmo verso l’alto.
trasformazione
(tra-sfor-ma-ziò-ne) n.f. A Azione del trasformare o del trasformarsi. B Nel gioco del rugby, il calcio piazzato col quale dopo aver realizzato una meta, si tenta di mandare l’ovale tra i pali per realizzare altri punti.
trattazione
(trat-ta-ziò-ne) n.f. Discussione, dissertazione sistematica intorno ad un particolare argomento.
trazione
(tra-ziò-ne) n.f. A Forza esercitata da animali o mezzi meccanici, atta a determinarne il movimento. B Sollecitazione esercitata su un corpo da due forze uguali e contrarie agenti nel senso di allungarlo.
trepidazione
(tre-pi-da-ziò-ne) n.f. Stato d’animo ansioso, timoroso.

triturazione
(tri-tu-ra-ziò-ne) n.f. Operazione del triturare, del frantumare, del sminuzzare.
trivellazione
(tri-vel-la-ziò-ne) n.f. Operazione con la quale si perfora, si trivella il terreno, per fare un sondaggio o per ricercare acqua, petrolio o gas.
umazione
(u-ma-ziò-ne) n.f. Seppellimento, inumazione, tumulazione.
umificazione
(u-mi-fi-ca-ziò-ne) n.f. Trasformazione dei residuo organici della parte superficiale del terreno agrario in humus.
usurpazione
(u-sur-pa-ziò-ne) n.f. Appropriazione di un diritto che appartiene ad altri.

utilizzazione
(u-ti-liz-za-ziò-ne) n.f. Azione e risultato dell’utilizzare, dell’impiegare utilmente, del mettere a profitto.
vellicazione
(vel-li-ca-ziò-ne) n.f. Azione ed effetto del vellicare, del toccare in modo leggero, dello stimolare, dell’eccitare piacevolmente.
vescicazione
(ve-sci-ca-ziò-ne) n.f. Il formarsi di vesciche.
vituperazione
(vi-tu-pe-ra-ziò-ne) n.f. A Azione del vituperare, dell’ingiuriare, dell’insultare. B Espressione verbale con la quale si vetupera. C Ingiuria infamante.
ablazione
(a-bla-ziò-ne) n.f. Riferito all’azione corrosiva del vento o dell’acqua, asportazione di materiale dal suolo terrestre.

adulazione
(a-du-la-ziò-ne) n.f. Esaltazione eccessiva di qualcuno o di qcs.
alimentazione
(a-li-men-ta-ziò-ne) n.f. Assunzione di sostante contenenti i principi nutritivi agli organismi viventi.
amalgamazione
(a-mal-ga-ma-ziò-ne) n.f. Azione e risultato dell’amalgamare.
ambientazione
(am-bien-ta-ziò-ne) n.f. Nel cinema, nel teatro e nella narrazione, ricostruzione delle caratteristiche di un ambiente ottenuta con l’allestimento scenico.
appropriazione
(ap-pro-pria-ziò-ne) n.f. Impossessamento con arbitrio e con inganno di cosa altrui.

argomentazione
(ar-go-men-ta-ziò-ne) n.f. Argomenti con i quali si dimostra o si confuta una tesi.
beatificazione
(be-a-ti-fi-ca-ziò-ne) n.f. Solenne funzione religiosa, con la quale il papa proclama un beato.
biforcazione
(bi-for-ca-ziò-ne) n.f. Diramazione o divergenza a forma di forca.
bonaccione
(bo-nac-ciò-ne) 1 agg. Che denota semplicità d’animo e buon cuore. 2 n.m. Persona semplice e di buon cuore.
bonificazione
(bo-ni-fi-ca-ziò-nie) n.f. Azione e risultato del bonificare, del risanare.

buglione
(bù-gliò-ne) n.m. A Brodo, broda. B Mescolanza confusa di cose, confusione di persone.
cancellazione
(can-cel-la-ziò-ne) n.f. Azione e risultato del cancellare.
captazione
(cap-ta-ziò-ne) n.f. A Atto doloso, mediante il quale si induce qualcuno a fare qualcosa contro la sua volontà. B Caturare, intercettare onde elettromagnetiche
carbonizzazione
(car-bo-niz-za-ziò-ne) n.f. Azione e risultato del carbonizzare.
castrazione
(ca-stra-ziò-ne) n.f. Azione e risultatae del castrare.

cementazione
(ce-men-ta-ziò-ne) n.f. Trattamenti di indurimento superficiale dell’acciaio.
centrifugazione
(cen-tri-fu-ga-ziò-ne) n.f. Azione e risultato del centrifugare, del sottoporre a centrifuga.
circolazione
(cir-co-la-ziò-ne) n.f. A Movimento, specialmente in senso circolare. B Il circolare del traffico.
circumnavigazione
(cir-cum-na-vi-ga-ziò-ne) n.f. Navigazione attorno all’intero perimetro di un’isola, di un continente o della terra.
clonazione
(clo-na-ziò-ne) n.f. Moltiplicazione biologica artificiale ui individui geneticamente omogenei.

commemorazione
(com-me-mo-ra-ziò-ne) n.f. cerimonia con la quale si commemora, si rievoca.
commutazione
(com-mu-ta-ziò-ne) n.f. A Scambio, sostituzione. B Operazione eseguita dal commutatore.
compartecipazione
(com-par-te-ci-pa-ziò-ne) n.f. Partecipare assieme ad altri a qcs.
computazione
(com-pu-ta-ziò-ne) n.f. A Azione e risultato del computare. B Mettere in conto.
concelebrazione
(con-ce-le-bra-ziò-ne) n.f. A Celebrazione fatta insieme al altri. B Celebrazione della Messa da parte di più sacerdoti contemporaneamente.

conciliazione
(con-ci-lia-ziò-ne) n.f. Pacificazione, raggiungimento di un accordo.
condirezione
(con-di-re-ziò-ne) n.f. Il dirigere insieme con altri un ufficio, un’azienda od altro, la funzione di condirettore.
confermazione
(con-fer-ma-ziò-ne) n.f. A Azione e risultato del confermare. B Il sacramento della cresima.
conglomerazione
(con-glo-me-ra-ziò-ne) n.f. Unione di elementi eterogenei.
contrattazione
(con-trat-ta-ziò-ne) n.f. Trattativa per giungere ad un contratto.

convezione
(con-ve-ziò-ne) n.f. Accordo su particolari questioni o per la prestazione di determinati servizi, convenzione commerciale, militare ecc.
cooperazione
(co-o-pe-ra-ziò-ne) n.f.pl. Collaborazione.
costipazione
(co-sti-pa-ziò-ne) n.f. A Compressione naturale del terreno. B Forte raffreddore. C Stiticheza.
decifrazione
(de-ci-fra-ziò-ne) n.f. Operazione del decifrare, del decodificare.
declinazione
(de-cli-na-ziò-ne) n.f. Flessione di nomi, aggettivi, pronimi ed articoli secondo il genere ed il numero.

decodificazione
(de-co-di-fi-ca-ziò-ne) n.f. Processo di identificazione ed interpretazione di un messaggio.
decollazione
(de-col-la-ziò-ne) n.f. Decapitazione.
decurtazione
(de-cur-ta-ziò-ne) n.f. Diminuzione, riduzione.
deforestazione
(de-fo-re-sta-ziò-ne) n.f. Disboscamento o taglio della vegetazione arborea.
degustazione
(de-gu-sta-ziò-ne) n.f. Assaggio di cibi, vini, e simili.

deplezione
(de-ple-ziò-ne) n.f. Riduzione della quantità di un liquido o di una sostanza presente nell’organismo.
deprecazione
(de-pre-ca-ziò-ne) n.f. Preghiera, scongiuro.
derogazione
(de-ro-ga-ziò-ne) n.f. Deroga.
desolazione
(de-so-la-ziò-ne) n.f. Costernazione, sconforto.
detrazione
(de-tra-ziò-ne) n.f. A Sottrazione di una parte da un insieme. B Diminuzione di una imposta.

deturpazione
(de-tur-pa-ziò-ne) n.f. Azione e risultato del deturpare, dell’imbruttire.
dilapidazione
(di-la-pi-da-ziò-ne) n.f. Sperpero, spreco.
distillazione
(di-stil-la-ziò-ne) n.f. Operazione di separazione di uno o più liquidi da sostanze meno volubili di tali liquidi.
divaricazione
(di-va-ri-ca-ziò-ne) n.f. A Azione e risultato del divagare. B Divergenza tra due parti.
dominazione
(do-mi-na-ziò-ne) n.f. Atto del dominare.

duplicazione
(du-pli-ca-ziò-ne) n.f. Operazione del duplicare.
eccezione
(ec-ce-ziò-ne) n.f. Cosa, fatto o situazione, che non rientra nella normalità, per te farò un’eccezione.
eccitazione
(ec-ci-ta-ziò-ne) n.f. A Agitazione, stimolazione. B Condizione di chi è eccitato.
elaborazione
(e-la-bo-ra-ziò-ne) n.f. Formazione e definizione di un’idea, di un progetto, attraverso lo sviluppo degli elementi che li caratterizzano.
elevazione
(e-le-va-ziò-ne) n.f. A Nella messa, il momento in cui il sacerdote leva in alto l0ostia ed il calice consacrati, offrendoli all’adorazione dei fedeli. B Slancio verso l’alto.

espettorazione
(e-spet-to-ra-ziò-ne) n.f. Azione e risultato dell’espettorare, dell’espellere dalla bocca le secrezioni tracheali e/o bronchiali che ingombrano le vie respiratorie.
esplicazione
(e-spli-ca-ziò-ne) n.f. Chiarimento, spiegazione.
espugnazione
(e-spu-gna-ziò-ne) n.f. Conquista di un luogo fortificato.
esternazione
(e-ster-na-ziò-ne) n.f. Azione dell’esternare, del manifestare ad altri il proprio pensiero, la propria opinione.
esumazione
(e-su-ma-ziò-ne) n.f. Disseppellimento.

feltrazione
(fel-tra-ziò-ne) n.f. Fenomeno per cui le fibre di cellulosa si uniscono tenacemente fra loro quando si sottre acqua alla sospensione in cui si trovano.
generazione
(ge-ne-ra-ziò-ne) n.f. A Procreazione di un individuo della stessa specie. B Insieme di individui che hanno pressappoco la stessa età.
gestazione
(ge-sta-ziò-ne) n.f. A Gravidanza. B Fase di elaborazione, di preparazione.
gradazione
(gra-da-ziò-ne) n.f. A Riferita all’alcol, quantità percentuale di alcol contenuta nelle bevande alcoliche. B Riferita al colore, passaggio graduale.
guttazione
(gut-ta-ziò-ne) n.f. Uscita di acqua dagli stomi dei vegetali, traspirazione..

imbarcazione
(im-bar-ca-ziò-ne) n.f. Qualsiasi natante di piccole dimensioni.
imitazione
(i-mi-ta-ziò-ne) n.f. A Ciò che si ottiene imitando. B Adeguamento ad un determinato modello.
immobilizzazione
(im-mo-bi-liz-za-ziò-ne) n.f. Riduzione in uno stato di immobilità di un arto.
imputazione
(im-pu-ta-ziò-ne) n.f. Attribuzione di responsabilità
inalveazione
(i-nal-ve-a-ziò-ne) n.f. Atto di inalveare un corso d’acqua.

incorporazione
(in-cor-po-ra-ziò-ne) n.f. Annessione, fusione.
indiscrezione
(in-di-scre-ziò-ne) n.f. A L’essere indiscreto, peccare di indiscrezione. B Atto o detto indiscreto, rivelazione di notizie segrete.
individuazione
(in-di-vi-du-a-ziò-ne) n.f. Esatta determinazione.
informazione
(in-for-ma-ziò-ne) n.f. Trasmissione di dati, di notizie, ragguaglio.
infusione
(in-fu-siò-ne) n.f. Azione e risultato dell’infondere, del versare dentro o sopra. Battesimo per infusione, quello in uso nella chiesa cattolica, che consiste nel versare acqua sulla testa del battezzando.

insinuazione
(in-si-nua-ziò-ne) n.f. A Graduale introduzione. B Sospetto che si tenta di far penetrare indirettamente nell’animo altrui.
instaurazione
(in-stau-ra-ziò-ne) n.f. Fondazione, istituzione di qualcosa di nuovo rispetto al passato.
interrelazione
(in-ter-re-la-ziò-ne) n.f. Relazione reciproca.
intimazione
(in-ti-ma-ziò-ne) n.f. Comando, imposizione, ordine perentorio.
inutilizzazione
(i-nu-ti-liz-za-ziò-ne) n.f. Mancanza di utilizzazione.

irrigazione
(ir-ri-ga-ziò-ne) n.f. Azione e risultato dell’irrigare.
lavorazione
(la-vo-ra-ziò-ne) n.f. A Processo di manipolazione e trasformazione di una materia per trasformarla in oggetti. B lavoro ancora in corso.
legittimazione
(le-git-ti-ma-ziò-ne) n.f. Attribuzione della qualità di legittimo.
levigazione
(le-vi-ga-ziò-ne) n.f. Operazione e risultato del levigare, del lisciare dello spianare.
licitazione
(li-ci-ta-ziò-ne) n.f. Offerta di prezzo in unla pubblica asta.

limitazione
(li-mi-ta-ziò-ne) n.f. Riduzione, re strizione.
lottizzazione
(lot-tiz-za-ziò-ne) n.f. A Suddivisione in lotti di un terreno o altro. B Pratica politica della suddivisione tra i partiti delle cariche in enti pubblici secondo il criterio della spartizione.
lubrificazione
(lu-bri-fi-ca-ziò-ne) n.f. Operazione del lubrificare, dell’ingrassare, dell’oliare.
macchinazione
(mac-chi-na-ziò-ne) n.f. Comploto, congiura.
macellazione
(ma-cel-la-ziò-ne) n.f. Operazione del macellare, dell’ammazzare animali che servono all’alimentazione umana.

medicazione
(me-di-ca-ziò-ne) n.f. L’insieme delle bende e dei medicamenti applicati alla parte ferita.
meditazione
(me-di-ta-ziò-ne) n.f. A Profonda riflessione della mente. B Considerazione attenta ed accurata.
migrazione
(mi-gra-ziò-ne) n.f. Spostamento, temporaneo o definitivo di gruppi etnici, da un luogo ad un altro.
mitigazione
(mi-ti-ga-ziò-ne) n.f. Attenuazione, diminuizione.
modellazione
(mo-del-la-ziò-ne) n.f. Operazione del modellare, del plasmare, del sagomare.

modulazione
(mo-du-la-ziò-ne) n.f. A Atto del modulare, del trasformare un’onda. B Processo con il quale si varia la frequenza di un segnale.
moltiplicazione
(mol-ti-pli-ca-ziò-ne) n.f. A Accrescimento numerico. B Operazione numerica.
navigazione
(na-vi-ga-ziò-ne) n.f. A Attività del navigare. B Viaggio compiuto in nave.
nazione
(na-ziò-ne) n.f. L’insieme dei cittadini legati da una stessa lingua, stessa storia, stessa civiltà, stessi ninteressi, ecc., e coscienti di questo patrimonio comune.
negazione
(ne-ga-ziò-ne) n.f. A Azione e risultato del negare. B Elemento linguistico, avverbio, congiunzione, ecc., che esprime negazione.

neglezione
(ne-gle-ziò-ne) n.f. Negligenza, trascuratezza.
nitrificazione
(ni-tri-fi-ca-ziò-ne) n.f. Trasformazione, ad opera di speciali batteri, dell’azoto ammoniacale delle spoglie organiche del terreno in azoto nitrico necessario allo sviluppo delle piante.
obliterazione
(o-bli-te-ra-ziò-ne) n.f. Annullazione di francobolli, biglitti ferroviari e simili.
occupazione
(oc-cu-p-aziò-ne) n.f. A Presa di possesso stabile di un luogo. B Lavoro, impiego.
ozonizzazione
(o-zo-niz-za-ziò-ne) n.f. A Produzione di ozono. B trattamento con ozono.

parificazione
(pa-ri-fi-ca-ziò-ne) n.f. Riconoscimento di pari validità.
perlustrazione
(per-lu-stra-ziò-ne) n.f. Giro di attenta ispezione e vigilanza.
popolazione
(po-po-la-ziò-ne) n.f. L’insieme delle persone che abitano un luogo.
preclusione
(pre-clu-siò-ne) n.f. In diritto, l’impossibilità di compiere un determinato atto giuridico, per averne o non averne compiuto un altro precedentemente.
privatizzazione
(pri-va-tiz-za-ziò-ne) n.f. Azione e risultato del privatizzare, del cedere a privati ciò che era proprietà pubblica.

proliferazione
(pro-li-fe-ra-ziò-ne) n.f. A Processo di produzione di nuove cellule per divisione delle precedenti. B Rapida espansione.
prolungazione
(pro-lun-ga-ziò-ne) n.f. Atto del prolungare, del continuare, dell’estendere.
propagazione
(pro-pa-ga-ziò-ne) n.f. Diffusione di una specie animale o vegetale.
propalazione
(pro-pa-la-ziò-ne) n.f. Divulgazione di ciò che dovrebbe rimanere celato.
reazione
(re-a-ziò-ne) n.f. Risposta, con una azione propria, ad una azione altrui.

rianimazione
(ri-a-ni-ma-ziò-ne) n.f. L’insieme delle pratiche atte a recuperare le funzioni cardio-circolatorie.
riconsiderazione
(ri-con-si-de-ra-ziò-ne) n.f. Nuova considerazione.
ricusazione
(ri-cu-sa-ziò-ne) n.f. In diritto, facoltà che ha una delle due parti in causa, di rifiutare un funzionario giudiziario, quando sussistano incompatibilità, previste dalla legge, per cui quest’ultimo non possa svolgere liberamente le sue funzioni.
rielezione
(ri-e-le-ziò-ne) n.f. Azione e risultato del rieleggere, l’essere rieletto.
rioccupazione
(ri-oc-cu-pa-ziò-ne) n.f. A Atto e risultato del rinnovare B Nuova o migliore occupazione. C Rinnovamento.

ritrattazione
(ri-trat-ta-ziò-ne) n.f. A Atto del ritrattare. B Scritto con quale si ritratta qcs.
riutilizzazione
(ri-u-ti-liz-za-ziò-ne) n.f. A Azione ed effetto del riutilizzare, dell’utilizzare nuovamente. B Anche riciclaggio.
rivisitazione
(ri-vi-si-ta-ziò-ne) n.f. A Atto ed effetto del rivisitare. B Nuova visitazione.
salutazione
(sa-lu-ta-ziò-ne) n.f. Atto del salutare; saluto.
salvazione
(sal-va-ziò-ne) n.f. Salvezza in senso spirituale.

santificazione
(san-ti-fi-ca-ziò-ne) n.f. A Atto del santificare. B Canonizzazione.
scompaginazione
(scom-pa-gi-na-ziò-ne) n.f. A atto ed effetto del scompaginare. B Scombinare, scombussolare.
segnalazione
(se-gna-la-ziò-ne) n.f. Atto del segnalare.
segregazione
(se-gre-ga-ziò-ne) n.f. A Isolamento dagli altri. B Condizione di chi è segregato.
sobillazione
(so-bil-la-ziò-ne) n.f. Attività di chi fa leva sul malcontento altrui, per creare disordini, istigazione, o peggio.

sonorizzazione
(so-no-riz-za-ziò-ne) n.f. Procedimento tecnico mediante il quale si adattano parole, rumori e musica relative ad un film muto, trasformandolo in sonoro.
sostentazione
(so-sten-ta-ziò-ne) n.f. A Alimentazione, sostentamento. B Forza di equilibrio che sostiene l’aeromobile in volo.
sovraoccupazione
(so-vra-oc-cu-pa-ziò-ne) n.f. Occupazione dei lavoratori per un numero di giornate o di ore superiore al normale.
sovreccitazione
(so-vrec-ci-taz-iò-ne) n.f. Stato di forte eccitazione nervosa.
spoliazione
(spo-lia-ziò-ne) n.f. Ingiusta appropriazione di cose altrui.

sporulazione
(spo-ru-la-ziò-ne) n.f. Produzione di spore.
strafalcione
(stra-fal-ciò-ne) n.f.pl. e n.m. A Errore madornale, soprattutto nel parlare o nello scrivere. B Persona che lavora senza cura, in maniera grossolana.
struscione
(stru-sciò-ne) n.m. A Chi rovina gli abiti, strusciandoli di continuo e maltrattandoli. B Adulatore, chi si struscia a qualcuno per ottenere favori.
suggezione
(sug-ge-ziò-ne) o soggezione, n.f. Senso d’imbarazzo, di timoroso rispetto, di timidezza che si prova di fronte a persone importanti od in ambienti diversi dal proprio, incutere suggezione.
tassazione
(tas-sa-ziò-ne) n.f. Imposizione di tasse.

tentazione
(ten-ta-ziò-ne) n.f. A Il tentare o l’essere tentato a compiere azioni proibite o riprovevoli. B Seduzione, lusinga. C La cosa del desiderio.
termoventilazione
(ter-mo-ven-ti-la-ziò-ne) n.f. Sistema di riscaldamento degli ambienti mediante circolazione forzata di aria calda entro condutture.
tracimazione
(tra-ci-ma-ziò-ne) n.f. Straripamento di un corso d’acqua.
trapanazione
(tra-pa-na-ziò-ne) n.f. Lavorazione con il trapano.
trasfigurazione
(tra-sfi-gu-ra-ziò-ne) n.f. A Azione ed effetto del trasfigurarsi, del mutare di aspetto. B Trasfornazione, metamorfosi.

trasmigrazione
(tra-smi-gra-ziò-ne) n.f. Forte emigrazione di persone o animali.
tumulazione
(tu-mu-la-ziò-ne) n.f. Seppellimento, inumazione, umazione.
ulcerazione
(ul-ce-ra-ziò-ne) n.f. A Processo di formazione di un’ulcera. B Lezione superficiale simile all’ulcera.
ultimazione
(ul-ti-ma-ziò-ne) n.f. Definitivo completamento di qcs.
vaticinazione
(va-ti-ci-na-ziò-ne) n.f. Azione e risultato del vaticinare, del predire, del profetizzare.

vecchione
(vec-chiò-ne) n.m. A Accrescitivo di vecchio. B Uomo molto vecchio.
vegetazione
(ve-ge-ta-ziò-ne) n.f. A Nascita e crescita delle piante. B L’insieme dei vegetali di una zona.
vessazione
(ves-sa-ziò-ne) n.f. Angheria, prepotenza, prevaricazione.
visitazione
(vi-si-ta-ziò-ne) n.f. A Visita. B Visita fatta da Maria Vergine ad Elisabetta.
vulcanizzazione
(vul-ca-niz-za-ziò-ne) n.f. L’insieme delle operazioni atte a riprestinare i pneumatici deteriorati.



NON DEFINITO  TOP
tenzione
giuriosa, povero mentecatto.
sione
disordine chiasso, baccano.
zione
non n poter eseguire un tiro diretto.
abborraccione
(ab-bor-rac-ciò-ne) n.m Chi suole abborracciare; anche, pasticcione.
rezione
posta), indicativo, passato remoto.

tuazione
fficile), più la part pron ne.
    


Se utilizzi il sito ed apprezzi il lavoro svolto in questi anni ti chiediamo di fare una donazione.
Grazie.